Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Maradona, l’ex manager: “Statua? Nel 2017 gli feci una promessa. Su Diego Junior…”

Maradona, l’ex manager: “Statua? Nel 2017 gli feci una promessa. Su Diego Junior…”

Il manager e amico di Maradona, Stefano Ceci, parla di come nasce la statua del Pibe de Oro donata poi alla SSC Napoli

Claudia Vivenzio

Domenica la statua di Maradona, dono alla SSC Napoli dell'ex manager e amico di Maradona, Stefano Ceci, farà un giro di campo accompagnata dai fuochi d'artificio e poi troverà collocazione all'interno dell'impianto di Fuorigrotta che porta ormai il nome del Pibe de Oro.

Maradona, l'ex manager: "La statua nasce da una promessa fatta a Diego"

 (Getty Images)

Di seguito l'intervista dell'ex manager e amico di Diego Armando Maradona, Stefano Ceci, ai microfoni di Club Napoli Night su Teleclub Italia:

"Per Diego è il minimo che si potesse fare considerando quanto Napoli ha ricevuto da lui. Domenica ci sarà anche il presidente della Fifa, Gianni Infantino, che arriverà appositamente dall'India. L'idea nacque nel 2018 con 12 persone a lavorare al progetto. Questa è una vera opera d'arte con la "mano de Dios" ricoperta da una foglia d'oro e il piede nudo di Diego originali, ma è soprattutto frutto di una promessa che gli feci nel 2017 quando, con i tifosi che lo acclamavano sotto l'albergo lui, toccato dal loro affetto, ebbe l'idea di prendere i cuscini dal divano, firmarli e lanciarglieli. Gli promisi di fargli una statua e lui disse di scriverci: "Anche io sono napoletano"".

Sulla collocazione della statua

"Dovrebbe essere posta all'esterno dello stadio? Ciò avverrà in un secondo momento e ci saranno giornate a tema in cui potrà essere ammirata da tutti. Per ora, dovrebbe essere collocata tra la tribuna autorità e gli spogliatoi ma, pensandoci meglio, vorrei metterla nel punto in cui l'arbitro chiama i giocatori ad andare in campo".

Su Maradona Junior

"Le sue dichiarazioni? Polemiche non se ne devono fare, se ho altre idee mi rivolgo alle sedi competenti. Questo è un omaggio al mio amico Maradona e ai napoletani. Io ci sarò e ne ho tutto il diritto".