Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Lo Monaco: “La fuga del Milan costringerà il Napoli a cercare la vittoria”

CATANIA, ITALY - AUGUST 09:  President of Catania Pietro Lo Monaco during the Pre-Season Friendly match between AC Milan and Villareal at Stadio Angelo Massimino on August 9, 2017 in Catania, Italy.  (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Pietro Lo Monaco, dirigente sportivo, ha rilasciato quest'oggi alcune dichiarazioni a Radio Punto Nuovo su alcuni temi attuali

Tony Sarnataro

 Pietro Lo Monaco, dirigente sportivo, ha rilasciato quest'oggi alcune dichiarazioni a Radio Punto Nuovo su alcuni temi attuali del calcio italiano. A seguire le sue principali parole.

Le parole di Lo Monaco

"Catania? Una città in ginocchio, una situazione drammatica. I miei collaboratori mi hanno detto che quando l'acqua ha iniziato a defluire, si parlava di una città fantasma, con danni incalcolabili. C'è una continua allerta da parte delle autorità preposte che si preannuncia anche per domani e dopodomani con giornate critiche. Il calcio può e deve aiutare Catania, spero che le leghe aiutino la città. Anche soprattutto perché pare che non sia finita così, Catania ha bisogno di supporto del governo e se il calcio, come ha sempre fatto, vuol muoversi sarà sicuramente ben accetto. C'è un tentativo di fuga da parte del Milan, mette il pepe al Napoli, costringerà il Napoli a cercare di piazzare l'ennesima vittoria. E se le altre dovessero cedere il passo, allora si potrebbe già parlare di un primo tentativo di fuga. Il Milan ha dato ieri un segnale di forza. Mourinho? Avevo già previsto che sarebbe stato un problema per la Roma, non mi sorprendono alcuni risultati. Plusvalenze? Lo fanno tutti, ogni tanto si rialza la testa dalla sabbia come gli struzzi. Tutte le società o quasi usano questi strumenti. Il regolamento parla chiaro, a livello civilistico, penale e sportivo: le società dovrebbero essere punite. In troppe hanno usato questi strumenti per aggiustare i bilanci. Maggiore vigilanza serve. Ma, quando è uno strumento veritiero, come nel caso delle plusvalenze dell'Atalanta"