Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Mora: “Koulibaly è insostituibile, Juan Jesus ha giocato bene contro il Verona”

Koulibaly e Osimhen (Getty Images)

Nicola Mora è stato intervistato da NapoliMagazine

Ugo Panico

Nicola Mora, ex difensore del Napoli, ha rilasciato un'intervista a Napoli Magazine nella quale ha detto la sua sulla situazione attuale degli azzurri.

Mora su Anguissa, Koulibaly e Osimhen

 (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

Ecco le parole dell'ex difensore:

"Il pareggio tra Milan e Inter ha dato la possibilità al Napoli di non rammaricarsi troppo per il punto ottenuto contro il Verona. La squadra di Tudor ha dato l'ennesima dimostrazione di forza. Il Napoli ha sfiorato la vittoria, ma ha rischiato anche di perderla. In vetta non è cambiato nulla. Ci si aspettava qualcosina in più, ma va benissimo così.

L'arbitraggio di Ayroldi ha lasciato a desiderare, premettendo comunque che finora il Napoli ha fatto bene a non focalizzarsi sugli arbitri perché i punti ottenuti sono arrivati per meriti di squadra. Certo è che il VAR avrebbe dovuto richiamare l'attenzione dell'arbitro sul fallo da rigore ai danni di Osimhen, che andava sanzionato. Spalletti ha ammesso che forse qualche cambio poteva essere anticipato, ma è pur vero che se cambi al 70° minuto rischi di perdere qualche equilibrio di troppo. Zielinski e Lozano non sono ancora brillanti come tutti attendiamo.

Di Zielinski ricordo il lampo che ha permesso di battere la Salernitana, ma tra le linee sta facendo poco. La condizione fisica non lo sta aiutando. Lozano ha trovato il gol in Europa League, e forse sta patendo un po' l'exploit di Politano. Di sicuro conosciamo le sue doti, può diventare decisivo.

Koulibaly è insostituibile. Juan Jesus comunque non mi è dispiaciuto, si è districato bene contro il Verona, si sta allenando bene, si può fare affidamento su di lui. Mario Rui, probabilmente, era condizionato un po' dalla diffida, forse per questo si è fatto superare un po' superficialmente da Barak in occasione dell'azione del gol di Simeone. Rrahmani mi è parso meno sicuro del solito. Simeone si è nascosto bene alle spalle di Rrahmani, non è facile marcare bene in questi casi, anche Koulibaly a volte si è fatto sorprendere. Inter-Napoli e Napoli-Lazio saranno partite importanti. E' uno snodo stagionale particolare. Fiorentina e Sassuolo venderanno cara la pelle contro il Milan. Il cammino è ancora lungo, per cui è presto per parlare di gare decisive per la lotta scudetto.

Anguissa, Koulibaly e Osimhen sono calciatori fondamentali per il Napoli. Osimhen deve maturare a livello caratteriale. Anguissa è stato un acquisto azzeccato, avessimo cercato un profilo simile difficilmente l'avremmo trovato, si è integrato alla perfezione. Petagna a gara in corso rompe gli equilibri. Mertens e Demme sono elementi fondamentali, potranno far bene al posto di Osimhen e Anguissa. A gennaio le alternative potranno esprimere il loro valore, sarà bravo Spalletti a tenerli legati al progetto. Ho sempre fatto il tifo per Meret, che è stato un investimento importante per il Napoli. E' un portiere italiano, giovane. È anche vero però che Ospina merita di fare il titolare, perché offre delle garanzie. Fabian Ruiz ha grande talento, la condizione fisica lo sta sostenendo, ha un monopasso ed ha bisogno di sentirsi bene per disegnare le linee di passaggio che solo lui vede, mi ricorda un po' Jorginho. Ha anche trovato il gol più di una volta. Politano merita di giocare, ma credo che con i 5 cambi Spalletti potrà ruotare tutti nel miglior modo possibile. Con i 5 cambi, infatti, si sentono tutti titolari.

Insigne? Nonostante quanto si legge, spero che si possa trovare un punto di incontro affinche' il capitano chiuda la carriera nel Napoli. Attualmente assistiamo al gioco delle parti. Il presidente tiene duro sulle proprie idee, Insigne ha vinto l'Europeo. C'è distanza, ma credo che alla fine l'intenzione di rinnovare il matrimonio sia concreta da entrambe le parti. Onestamente non vedo Insigne con un'altra maglia diversa da quella del Napoli. ADL mi sembra disponibile ad accontentarlo nei limiti del possibile. Al di là dei dettagli, 3-4 milioni o bonus alla firma, l'augurio è che possano mettersi d'accordo per il bene del giocatore, del Napoli e soprattutto dei tifosi, che sperano di poter vincere qualcosa di importante con il capitano ancora in squadra".