Juventus, Pirlo ammette: “C’è delusione per gli obiettivi sfumati. Che rabbia guardare la Champions in tv”

L’allenatore della Juventus, Andrea Pirlo, ha rilasciato alcune dichiarazioni questa sera a Sky Sport dopo la vittoria per 2-1 sul Napoli

di Tony Sarnataro
pirlo Juve-Spezia

L’allenatore della Juventus, Andrea Pirlo, ha rilasciato alcune dichiarazioni questa sera a Sky Sport dopo la vittoria per 2-1 sul Napoli.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

Juventus, le parole di Pirlo

“Abbiamo lasciato troppi punti per strada, non siamo stati sempre incisivi in partite abbordabili, affrontandole con atteggiamento diverso da quello di questa sera. Questo è mancato in altre partite. Stasera ci siamo sacrificati, tutti hanno dato una mano, magari al compagno fuori posizione e la differenza si è vista. Abbiamo avuto esterni larghi con Danilo che andava nel mezzo per sfruttare l’ampiezza di Chiesa e Alex Sandro. Mi spiace che abbiamo sbagliato qualche contropiede in superiorità numerica. Le voci sul mio conto? Sono abituato, conosco come funziona questo mestiere ancora prima di iniziarlo e dal primo giorno che sono qui. Fa parte del gioco, poi quest’anno è ancora più difficile per il COVID e tutta la situazione che conosciamo. Non è facile fare una formazione il giorno prima senza sapere chi avrai a disposizione”.

Juve Pirlo
Andrea Pirlo (Photo by Daniele Badolato – Juventus FC via Getty Images)

Errori e futuro

“Ho intrapreso questo percorso ad agosto cercando di inculcare un certo tipo di gioco, poi per tante vicissitudini non abbiamo mai potuto avere la continuità con gli stessi giocatori perché ogni settimana subentrava un problema. C’era poco tempo per lavorare, e magari arrivavamo scarichi con squadre sulla carta più abbordabili. Abbiamo perso concentrazione in queste gare ma non possiamo concedercelo perché il campionato italiano è difficile e bisogna giocare ogni partita al massimo. Dybala? Ha fatto solo sei-sette partite dall’inizio, quando ti manca un calciatore così è difficile. Ha ancora un anno di contratto e speriamo di potercelo tenere”.

Obiettivi sfumati e delusione

“Ho sbagliato tante cose ma le rifarei, al primo anno di allenatore ci stanno gli errori. Qualche volta faccio bene, altre sbaglio. Come fanno tutti, ma posso trarre delle conclusioni per non commettere più gli errori nel futuro. Il mio futuro? Adesso ci sono queste ultime gare da fare in campionato e la finale di Coppa Italia, penso solo a concludere al meglio. Non so dire se sia peggio perdere lo scudetto o l’uscita della Champions, direi tutti e due. Perché sono due obiettivi importanti che sono venuti meno. C’è delusione, ieri sera siamo rimasti male nel vedere le altre gare di Champions perché volevamo esserci noi. La sconfitta con il Benevento ha compromesso il cammino scudetto”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy