Grassani: “Sentenza attaccabile e ribaltabile già in secondo grado. Arriveremo fino al CONI”

di Claudia Vivenzio
ricorso napoli

Il Giudice Sportivo Mastrandrea ha emanato la sua sentenza: vittoria a tavolino della Juventus e -1 al Napoli, l’avvocato Grassani però è pronto per fare il ricorso. Di seguito le dichiarazioni dell’avvocato della SSC Napoli ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli durante la trasmissione di Radio Goal.

Grassani: “Continueremo fino all’ultimo grado di giudizio”

Juve Napoli, il ricorso
TURIN, ITALY – OCTOBER 04: General view inside the stadium before the Serie A match between Juventus and SSC Napoli at Allianz Stadium on October 04, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Filippo Alfero – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Di seguito l’intervista dell’avvocato del Napoli, Mattia Grassani:

La sentenza è erronea, infondata e meritevole di riforma in secondo grado. Credo sia necessario fare chiarezza sui tempi. Il Napoli venerdì sera ha presentato la dichiarazione di reclamo e la richiesta di avere accesso agli atti ufficiali che si compongono per una buona parte con la documentazione da noi prodotta a corredo del reclamo in primo grado, ma soprattutto con un voluminoso dossier fatto dalla Procura Federale su cui il giudice sportivo ha fondato parte della decisione. Dovremmo avere questo materiale oggi, dopodiché avremo cinque giorni per presentare i motivi. Se oggi dovessimo riceverli allora tra venerdì e sabato presenteremo i motivi, altrimenti slitterà il tutto

Sulla sentenza

È una sentenza sicuramente attaccabile, pregna di passaggi che non sono sostenibili in secondo grado, in primis un principio di gerarchia delle fonti. Dire che il divieto di partire è arrivato soltanto alle 14.13 di domenica, è sbagliato. Già il sabato erano arrivati al Napoli documenti dalle ASL. I documenti lo dimostrano. I giocatori non potevano lasciare la quarantena. Il giudice Mastrandrea non ci può dire che il Napoli non aveva più intenzione di partire per Torino perché le carte dimostrano il contrario. Inoltre a quell’ora, se il provvedimento fosse stato positivo, il Napoli avrebbe potuto tranquillamente organizzare una trasferta, con la disponibilità della compagnia aerea e la possibilità di recuperare i giocatori e arrivare a Torino con 2-3 ore di anticipo

Sui gradi di giustizia

Faremo un passo alla volta, step by step ma se la Corte Sportiva d’Appello dovesse assumere un atteggiamento negativo, come minimo il ricorso arriverà fino al Collegio di Garanzia del CONI. Facendo valere le carte e i principi di diritto, ritengo che già in secondo grado sia difficile perpetrare questo torto ai danni del Napoli

Sulla Serie A

Qui c’è un principio fondamentale di rispetto della regolarità di un campionato. Deve prevalere lo sport. Queste partite di cartello come Juventus-Napoli, se non si giocano in Serie A e si attribuiscono a tavolino, mortificano e penalizzano una società che non ha potuto viaggiare. Tutto ciò significa violentare il campionato ed è una mancanza di rispetto anche per le altre società

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy