Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Juric: “Dispiace aver perso su un rimpallo, abbiamo avuto più occasioni del Napoli…”

Ivan Juric (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Napoli straordinario: 8 su 8. Domato un Torino dalla grande verve ed aggressività. Di seguito le parole di Juric

Mattia Fele

Il Napoli di Luciano Spalletti ha sconfitto anche il Torino: sono ora 8 le vittorie di fila, con una classifica che parla di 24 punti in campionato. Primo posto in classifica e vantaggio sul Milan (che comunque ne ha vinte 7, mica poche ndr) di due punti. Ancora salta in cielo Victor Osimhen e la sblocca dopo un rimpallo. Ancora zero reti subite, con l'aiuto di ottime prodezze da parte di Ospina. Ma è lo spirito che stupisce grandemente. Al termine della gara è intervenuto il tecnico del Toro Ivan Juric ai microfoni di DAZN.

Juric: "Noi meglio del Napoli, abbiamo avuto tante palle gol..."

Ivan Juric (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

 

Sulla gara di questa sera

"La mia squadra ha avuto più occasioni di quante ne abbia avute il Napoli. Abbiamo disputato una gara seria, a parte il rigore che è stata un'ingenuità. Abbiamo avuto occasioni nitide, dispiace aver preso un gol su un rimpallo".

Sull'intensità e la lucidità della sua squadra

"Nella trasmissione nella palla siamo ancora carenti. Ci sono momenti in cui facciamo benissimo, ma in altre situazioni dobbiamo fare meglio. Sbagliamo passaggi e posizioni, manca qualità nella zona offensiva. La squadra però sta crescendo, ci basterà migliorare nel palleggio. Ora che abbiamo recuperato Belotti e Praet avremo più soluzioni. Ho già in mente come dev'essere questo Toro, che supera per prestazioni i risultati ottenuti finora".

Sulla possibilità di una partita col doppio attaccante

"Ne abbiamo fatta una a Firenze, ed è stata la più brutta partita da quando alleno. Si tratta di una soluzione che non mi piace, la nostra strada è la partita che abbiamo giocato col Sassuolo. Con Praet, Pjaca e Brekalo. In queste situazioni, con più tecnica, abbiamo molta più fluidità. Forse è un mio limite, ma il calcio con due punte non mi entusiasma. Come base mi piace maggiormente un'altra soluzione".

Su Belotti

"Ha fatto bene, mi è piaciuto. Andrea è un ragazzo splendido, ci vorrà un po' di tempo però per rivederlo in forma. Non ha potuto correre per 30 giorni, ma ora può darci tanto e ha un atteggiamento incredibilmente positivo. Pian piano entrerà in forma e spaccherà le partite, ora va gestito. Bel segnale da parte sua oggi".