Fiorentina, Iachini: “Il Napoli voleva vincere, ma noi abbiamo la giusta mentalità. Rapporto straordinario col gruppo”

Fiorentina, Iachini: “Il Napoli voleva vincere, ma noi abbiamo la giusta mentalità. Rapporto straordinario col gruppo”

di Sabrina Uccello
Iachini conferenza Napoli-Fiorentina

Beppe Iachini, tecnico della Fiorentina, ha parlato così in conferenza stampa dopo il match: “Sapevamo che oggi poteva essere difficile. Il Napoli voleva vincere, e ci siamo presentati anche con 24h in meno di recupero per la Coppa Italia. Avevamo sprecato tante energie. Ma abbiamo mostrato compattezza e atteggiamento giusto. Abbiamo sbloccato la partita con un episodio da rigore da rivedere. Abbiamo rischiato pochissimo, in fase offensiva dovevamo giocare di più dal basso ma mancava energia nei ragazzi. Stiamo migliorando anche come movimenti offensivi, ma lavoreremo. Siamo insieme solo da 19 giorni, e già stiamo facendo vittorie importanti. Lavoreremo ancora con più convinzione”.

La sua Fiorentina

“A volte si parte dall’inizio e a volte si subentra. Semplicemente ho lavorato su intensità e organizzazione, ridando solidità a una squadra che aveva subito molte reti. Dovevamo accompagnare con più uomini l’azione di attacco, e infatti non segniamo solo con le punte. Stiamo lavorando su tutte e due le fasi, mettendo in campo una mentalità molto elevata. I ragazzi sono stati bravissimi a seguirmi. Abbiamo fame di vittorie e vogliamo regalare più soddisfazioni possibili ai nostri”.

Iachini sul gruppo

“Firenze è la mia seconda casa, ci sono stato per sei anni da calciatore. Le partite le vive così, cercando di partecipare, tuttavia sono lucido per vedere cosa accade e correggere le situazioni che si verificano. Mi sono integrato subito e sono entrato in empatia coi ragazzi. Ringrazio Badelj, Caceres, Milenkovic… i più grandi ed esperti che hanno dato una grande mano, anche quelli che non giocano. L’allenamento è sempre vivo e intenso”.

Lo stadio San Paolo e i tifosi viola

“Noi lavoriamo in settimana per regalare grandi soddisfazioni ai tifosi. Si fa questo mestiere per rendere felici loro. Si va in campo per vincere. Non vogliamo mai accontentarci, sia in casa che fuori”.

dall’inviata al San Paolo,
Sabrina Uccello

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy