“Gattuso ha sette giorni per salvare la stagione. Come battere l’Atalanta? Bisogna far leva su un aspetto!”

di Giovanni Ibello
gattuso napoli

I colleghi di Calciomercato.com analizzano l’attuale momento del Napoli. Un momento particolarmente infelice. Il pezzo a firma di Andrea Sereni è molto critico verso il club azzurro, forse anche un po’ ingeneroso a nostro parere. E’ vero che il Napoli non sta rendendo (sarebbe assurdo dire il contrario), ma è altrettanto ovvio che in periodo come questo in cui la squadra è letteralmente falcidiata dagli infortuni, ogni considerazione tecnica non può che essere velleitaria.  Si parla di preparazione, ma – secondo il parere di chi scrive – non è un’argomentazione da sollevare. Questo  è il calcio al tempo del covid, non è una stagione come altre. Ecco, ad ogni modo, un estratto evidenziato dalla nostra redazione: “Ora non c’è più spazio per passi falsi. Il tempo è finito, il margine di errore non esiste più. In una settimana, poco meno, il Napoli si gioca quel che resta di un’altra stagione difficile, in cui i passi indietro sono stati enormi. Da tanti punti di vista: risultati, gioco, considerazione in Italia e Europa.

Gattuso chiede veleno ai suoi giocatori e si giustifica ricordando i tanti infortuni: ”Dove si va se siamo 10 giocatori contati?”, si è legittimamente lamentato dopo la sconfitta di giovedì con il Granada. Tutto vero: nel calderone va messo in conto il numero davvero alto di giocatori costretti a fermarsi per problemi fisici. La domanda da porsi, semmai, riguarda la preparazione effettuata a inizio anno. E poi, in una stagione comunque compressa e quindi complessa, in cui si gioca ogni tre giorni, è comunque giusto allenarsi sempre? Tant’è, le assenza per infortuni vari sono state e sono tante, senza contare poi i casi Covid (guariti da ieri, almeno, Koulibaly e Ghoulam). Questo è un problema, ma non può essere più un alibi.

“Gattuso ha una settimana per salvare la stagione”

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!

C’è bisogno di una svolta, immediata. Domenica contro l’Atalanta il Napoli si gioca punti pesantissimi in chiave qualificazione alla prossima Champions League. Un obiettivo, con relativi incassi, inderogabile, da centrare a ogni costo. I nerazzurri di Bergamo non sono l’avversario ideale in questo momento, ma Gattuso può far leva sulla voglia di rivincita dopo la Coppa Italia. Poi, giovedì, sarà il turno del Granada al Maradona. Lo 0-2 della gara d’andata è punteggio complicato da ribaltare: servirà una piccola impresa per evitare l’eliminazione e continuare un percorso in una coppa, l’Europa League, che il Napoli avrebbe tutto per vincere. O, comunque, per” giocarsi fino alle fasi finali. Una settimana, Atalanta e Granada: Gattuso può salvare la stagione e così, forse, la panchina per il prossimo anno”.

SEGUICI SU FACEBOOK!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy