Un ex azzurro difende Gattuso: “Infortuni e Covid sono stati un handicap per lui”

di Domenico Riemma
napoli gattuso
Nando Coppola, ex portiere azzurro, è intervenuto ai microfoni di “Il Sogno Nel Cuore” su Radio 1 Station: “Il Napoli ha tanti alibi, ma se non arriverà la qualificazione in Champions sarà una stagione fallimentare”

Un ex azzurro difende Gattuso: “Infortuni e Covid sono stati un handicap per lui”

 (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

L’ex estremo difensore prosegue così: “Il Napoli, ieri, ha reagito solo nel secondo tempo. Nel primo si è vista una grande Atalanta. Vorrei guardare il bicchiere mezzo pieno: la squadra è importante – queste le parole di Nando Coppola, ex portiere, fra le tante, del Napoli, ai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore”, trasmissione condotta da Luca Cerchione e Raffaella Iuliano in onda dal lunedì al venerdì dalle 12:00 alle 13:00 su 1 Station Radio -. Purtroppo l’aspetto psicologico è un macigno non indifferente, e sta generando queste mezze prestazioni. Infortuni e Covid sono stati un handicap per Gattuso. Gli alibi ci sono, ma quando si tirano le somme non contano nulla perché nel calcio conta il risultato finale. Ancorché nel Napoli, dove il piazzamento in Champions è condizione necessaria e sufficiente al sostentamento del club. Ci sarebbe il tempo per riprendere in mano la stagione, ma non so se verrà concesso a Rino, anche se gli auguro di restare in panchina almeno fino a fine stagione. Vorrei che il calabrese potesse affermare di essersi giocato tutte le sue carte senza avere alibi. Ha fatto prestazioni importanti, come contro l’Atalanta in campionato, fino a quando ha avuto tutta la rosa a disposizione. Se non dovesse arrivare in Champions sarebbe una stagione fallimentare”.

Le sue parole sul tecnico azzurro ed un pensiero anche sul suo ex allenatore Antonio Conte

Conte inter milan
Getty Images

Conte? Il suo stipendio è così alto perché un allenatore viene pagato anche per la sua storia. Lui mi diceva che il 10% del compenso di un mister viene riconosciuto solo per i ‘vaffa’ che gli dicono. Piazza napoletana? Io ho vissuto un altro Napoli, con un’altra società, ma so quanto sia pesante l’ambiente e quanto sia esigente la piazza. Esonero Gattuso? Se gli lasciano tempo, sono sicuro che si toglierà qualche soddisfazione. Cambiare allenatore in corsa servirebbe davvero a poco. Aneddoti su Gattuso calciatore? Durante una partita di allenamento, Pirlo gli fece un tunnel e lui prima lo falciò, poi lo minacciò di rialzarsi e ricominciare a correre, tutto questo con Ancelotti che non gli aveva fischiato il fallo contro e tutti noi che ridevamo. Questo vi farà capire molto del carattere di Rino”.

IL POCHO SORRIDE: L’EX AZZURRO FELICE SUI SOCIAL PER UN MOTIVO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy