Gattuso: “Non si possono compromettere le partite alla prima difficoltà. Ho sbagliato con Maksimovic”

L’allenatore del Napoli, Gennaro Gattuso, ha rilasciato alcune dichiarazioni questa sera a DAZN dopo la clamorosa sconfitta contro lo Spezia al “Maradona”

di Tony Sarnataro

L’allenatore del Napoli, Gennaro Gattuso, ha rilasciato alcune dichiarazioni questa sera a DAZN dopo la clamorosa sconfitta contro lo Spezia al “Maradona”.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

Le parole di Gattuso

“Non so se è una questione di cattiveria sotto porta, mi viene difficile parlare di questa partita. Se sbagliamo un passaggio iniziamo a perdere sicurezza o a pensare in maniera individualistica. Sulla questione dei tiri siamo la prima in Europa, è un problema che ci portiamo dietro da un po’ di tempo. Ci mancano Osimhen e Mertens, ma non deve essere un alibi. Non possiamo compromettere le partite, la qualità del gioco c’è ma alla prima difficoltà facciamo errori di valutazione. Creiamo tanto ma non penso sia solo sfortuna, è una squadra che deve stare sempre sul pezzo. Da quando faccio questo mestiere non mi è mai capitato di avere tutte queste palle gol e non riuscire a segnare. Forse sono io il problema che non riesco a far capire ai miei ragazzi con che veemenza concludere. Braccino? No, nessuno braccino, abbiamo creato. Bisognava creare uguale anche dopo le prime difficoltà. Ad esempio dopo l’errore di Maksimovic si è innervosito, là dovevo farlo uscire. E’ stata una partita di grande qualità, non si discute. Brucia la sconfitta, quest’anno stiamo buttando tante partite e ovviamente è colpa mia. Stiamo buttando punti in maniera incredibile”.

gattuso rinnovo
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Come fare per essere più cinici

“Bisogna crederci, non deprimersi se si sbaglia, non giocare con il braccino. Se fai due-tre tiri con veemenza e sbagli, e stai lì a pensarci, diventa tutto più difficile. In questo momento c’è poco tempo, non abbiamo molto tempo per preparare le gare. Dobbiamo accettare questa sconfitta e andare avanti, la strada è quella giusta perché la squadra propone. Non dobbiamo pensare a ciò che sbagliamo ma a quello che bisogna fare. Alla prima difficoltà non si può andare in tilt. Oggi lo Spezia non ha fatto niente, è stata la sua peggiore partita”. 

Singoli

“Zielinski deve essere più presente in aria, Llorente ci ha provato. Ho messo Lozano punta centrale perché Petagna era troppo stanco e doveva un po’ recuperare, si gioca ogni tre giorni”. 

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy