Formisano: “Il Napoli vuole premiare gli abbonati. Presto ci sarà una notizia sul match con l’Inter. Noi attenti anche alle politiche sociali”

Formisano: “Il Napoli vuole premiare gli abbonati. Presto ci sarà una notizia sul match con l’Inter. Noi attenti anche alle politiche sociali”

Alessandro Formisano, Head of Operation, Sales & Marketing del Napoli, ha parlato dei prezzi per Napoli Barcellona

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Formisano, Napoli

Napoli Barcellona sarà il match di Champions League per gli uomini di Gattuso. Nella giornata di ieri, la società partenopea ha rivelato i prezzi dei tagliandi per la sfida europea. I prezzi hanno, però, fatto scalpore in quanto i tifosi ritengono le cifre troppo alte. Per tale ragione, Alessandro Formisano, Head of Operation, Sales & Marketing per il club partenopeo, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli.

Le parole di Formisano

“Bisogna guardare lo scenario che è fatto anche da quello che il Napoli fa in un determinato lasso di tempo. Intanto, con qualcuno ha detto, quando abbiamo giocato con il Real Madrid abbiamo usato gli stessi prezzi. Noi dal 2 al 26 gennaio, abbiamo giocato in casa 5 volte. La vendita di questi biglietti è difficile da formulare e non abbiamo potuto fare una sola fascia di vendita. C’è un tema che voglio introdurre. Il Napoli ha sempre fatto questa politica. Noi oggi pubblicheremo, non appena avremo certezza della data della sfida con l’Inter, i prezzi della semifinale che per gli abbonati saranno gli stessi di Napoli Lazio. Promo abbonati? Oggi non credo che un tifosi abbonato per il campionato, rinunci alla sfida di Champions o a quella di Coppa. Da un punto di vista del marketing, conviene più accontentare chi viene sempre al San Paolo. Noi stiamo solo premiando gli abbonati. Il Napoli ha sempre fatto prezzi per gli abbonati ed i tifosi fedeli e questa strategia lo dimostra. Tale politica mi è stata approvata anche dal presidente De Laurentiis.

Distinti inferiori? Abbiamo deciso di destinare la totale capienza agli under14. Una scelta cominciata dalla prima partita di campionato per cui abbiamo trovato un accordo con la Direzione regionale scolastica già a giugno. In quel settore non si può comprare il biglietto nemmeno con il Barcellona. Il Napoli ha deciso di fare una politica di responsabilità sociale che vede che, per tutte le partite di questa stagione tra Campionato, Coppa Italia e Champions, ci sono solo le bambine delle scuole. La capienza è di 6000 posti circa ovvero 165.000 biglietti vendibili ed il Napoli ci ha rinunciato dall’inizio della stagione. Non ci sono altri club italiani che lo fanno escluse Cagliari ed Inter per alcune partite. Bisognerebbe conoscere questo merito alla società”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. JuianoKrollMaradona - 4 settimane fa

    fate i bravi, almeno non rigirate la frittata..i tifosi non son fessi
    70 euro la curva e’ una follia…..si parla di questa partita,ok barcellona,,
    poi annualmente magari fate dei buoni prezzi…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy