Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Insigne, quando fare il muso è un modo per suggellare il rapporto – Il Mattino

(Getty Images)

"Lorenzo un po' per vizio ce l'ha quello di non uscire e basta"

Giuseppe Canetti

L'edizione odierna de Il Mattino si sofferma sulla stizza di Insigne al momento della sostituzione nella gara di ieri contro la Fiorentina. Il capitano azzurro è uscito dal campo visibilmente arrabbiato con Spalletti, ma successivamente non ci sarebbero stato strascichi. Resta, però, il vizietto del numero 24. Di seguito quanto scritto sul quotidiano.

Era già capitato con Sarri, Ancelotti e Gattuso

 Foto by Getty

Ecco quanto scritto su Il Mattino riguardo la vicenda:

"«La prossima volta gli faccio giocare tutta la partita», scherzerà Spalletti a voler smorzare ogni cosa. Però, Lorenzo un po' per vizio ce l'ha quello di non uscire e basta. D'altronde, quest'anno è stato sempre titolare anche se è stato sempre sostituito, tranne che col Genoa. La fibrillazione tra i due è durata il tempo di andarsi a sedere in panchina: perché poi da lì a iniziato a sostenere i compagni, a gridare suggerimenti e a fare il capitano-non giocatore. E poi alla fine si è anche goduto la festa sotto la Curva dei tifosi napoletani. Forse è un modo per suggellare un rapporto, quello di fare il muso quando esce dal campo: lo ha fatto con Gattuso, quando lo sfidò con uno sguardo severo al momento di un cambio in un Napoli-Spal, subito dopo la vittoria della Coppa Italia. Ma è successo lo stesso anche in Europa, quando durante la sfida all'Arsenal Carletto Ancelotti prese e lo fece uscire dal terreno di gioco. Fulmine e saette. Per non parlare dei duelli rusticani con Maurizio Sarri. Che è tutto il contrario di Spalletti. Altro che coccole: in due occasioni, Atalanta e Juventus, lo riprese prima pubblicamente («vatti a sedere») e poi anche dopo, davanti a tutti perché Sarri è sempre stato sanguigno e rancoroso".