Fiorentina, Commisso: "Basta cori razzisti! Attaccare i meridionali è a attaccare noi"

Fiorentina, Commisso: "Basta cori razzisti! Attaccare i meridionali è a attaccare noi"

Le parole del presidente Commisso sui cori razzisti anche da parte dei tifosi della Fiorentina

di Redazione

Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, al Corriere dello Sport ha commentato il prossimo impegno di campionato contro la Juventus ed è ritornato anche sul tema del razzismo negli stadi italiani: “Sarà dura, molto dura, ma sono convinto che vedremo una grande Fiorentina. Mi aspetto uno stadio pieno e bellissimo, pieno e civile. Cori? Non voglio più sentirli né sull’Heysel né su Scirea. Si va contro i miei principi. E non voglio più neanche quelli contro il sud. Io sono calabrese, Joe Barone è siciliano, Montella è napoletano, attaccare i meridionali è attaccare noi. Non so chi abbia fatto quei cori, non li conosco, ma non voglio più sentirli. Ai leader della Fiesole dico: controllate i pochi che lanciano quelle urla. La Fiorentina è di tutti, mia, dei tifosi e della Fiesole. Quei cori e la violenza no.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy