Ferrara: “Il Napoli riparta da Gattuso. Lo conosco molto bene, è un grande”

Ferrara: “Il Napoli riparta da Gattuso. Lo conosco molto bene, è un grande”

di Alessandro Silvano Davidde, @ASDavidde
Ciro Ferrara

Ciro Ferrara, ex calciatore di Napoli e Juventus, ha rilasciato un’intervista nell’edizione odierna de Il Mattino in merito al calcio e alla possibile ripresa. Ferrara ha donato la maglia di Maradona per l’asta solidale on line: promossa dalla «Fondazione Cannavaro Ferrara» a favore delle famiglie bisognose di Napoli in emergenza per il coronavirus. Di seguito le parole dell’ex calciatore.

Ferrara: “Lo sport sarà la luce in fondo al tunnel”

 

La maglia“La conservo da 33 anni. Rappresenta un ricordo bellissimo. Una cosa alla quale tengo tantissimo e ho deciso di donarla per quest’iniziativa: esordivo in Nazionale e lo facevo contro un compagno di squadra, un amico, che mi ha fatto molto piacere mi abbia risposto in questi giorni. Altre maglie storiche le hanno regalate Fabio e Paolo Cannavaro e tanti calciatori ed ex calciatori napoletani che hanno aderito con grande entusiasmo”.

Luce in fondo al tunnel“Mi auguro che la luce in fondo al tunnel si riesca a vedere quanto prima tenendo presente ovviamente che al primo posto c’è la salute. Per me è giusto riprendere i campionati e portarli a termine sul campo ma ciò dovrà avvenire solo quando ce ne sarà la possibilità e con le massime precauzioni. Importante è che si riesca a finire la stagione”.

E il Napoli?

 

Serie A “E’ vero, è un momento difficile per il calcio. Ma i calciatori sono dei professionisti e troveranno il modo di allenarsi anche in determinate condizioni. In merito al taglio stipendi sono sicuro che ogni società e ogni calciatore farà qualcosa nelle loro possibilità per alleggerire la situazione: credo arriveranno ad un accordo”.

Coppe europee – “Anche la Champions sarebbe da terminare, è assurdo pensare di lasciarla a metà. Per il Napoli contro il Barcellona sono molto fiducioso: all’andata il portiere blaugrana ha dovuto fare parate importanti, gli azzurri si sono dimostrati in grado di far male ripetutamente”.

Gattuso – “Il Napoli deve continuare da dove ha lasciato con Rino. Gattuso è un grande uomo e un grande tecnico, si dovrà ripartire da lui. E’ bravo da un punto di vista tecnico-tattico e per il modo in cui riesce a gestire il gruppo. Lo conosco bene, una persona fantastica, tante volte ci affrontammo da avversari: il periodo più bello che abbiamo condiviso fu il Mondiale 2006, quando io ero nello staff di Lippi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy