Fedele: “Il calcio non è un divertimento, ma un’azienda. Bisogna ripartire”

Fedele: “Il calcio non è un divertimento, ma un’azienda. Bisogna ripartire”

di Mattia Di Gennaro
Fedele

Enrico Fedele, procuratore sportivo, ha parlato della possibilità che questa stagione non riparta ai microfoni di Radio Marte. Di seguito le sue dichiarazioni.

Fedele: “Il calcio non è un divertimento, ma un’azienda. Bisogna ripartire”

Fedele
Fedele

Sulla possibile mancata ripresa della stagione: “E’ sbagliato il concetto. Il calcio non è un divertimento, parliamo di un’azienda fondamentale per il nostro paese. Paga introiti al Fisco e regge anche gli altri sport. Non è soltanto un gioco. Il calcio genera un indotto. Così come ci sono delle misure di sicurezza negli altri settori, vanno prese anche nel calcio”.

Sullo scudetto perso due stagioni fa: “Il Napoli ha perso il terzo scudetto in campo, a mio giudizio, perché Sarri ha tolto Jorginho dopo l’espulsione di Koulibaly che era l’unico regista”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy