ESCLUSIVA – Almendra, weekend decisivo:Boca e agente in Italia.Summit anche con la Juve per Otamendi

Il Napoli muoverà nel fine settimana i passi decisivi per Almendra. Ma non è tutto…

di Redazione

ALMENDRA-KOULIBALY-OTAMENDI

Intrigo internazionale. Prima o poi sarà rinominato così il viatico tra Argentina e Italia, che vedrà intrecciarsi nel fine settimana gli interessi di Napoli e Juventus.

Tra pochi giorni, infatti, nel Belpaese arriveranno Daniel Angelici e Nicolas Burdisso, rispettivamente presidente e direttore sportivo del Boca Juniors. Tra i vari affari in corso, cercheranno di risolvere innanzitutto quello con Daniele De Rossi. Se prima, infatti, l’ipotesi argentina sembrava remota per l’ex capitano della Roma in vacanza in Giappone, attualmente le percentuali di un cambio di vita sono aumentate.

Mentre gli Xeneizes s’impegneranno per risolvere questa prima situazione, ad attenderli ci sarà anche il Napoli per mettere il punto finale sull’affare per Almendra.

Da settimane, come annunciato in esclusiva , il Boca ha tra le mani l’offerta ufficiale del Napoli, che supera leggermente i 20 mln di euro. La società detentrice del cartellino ha deciso di attendere la fine dei Mondiali Under20 ma, considerato lo scarso impiego del calciatore in Nazionale, il tutto potrebbe chiudersi prima.

In Europa, infatti, è appena tornato anche Adrian Ruocco, manager che cura gli interessi di Almendra.

AFFARE ALMENDRA

L’accordo col Napoli è stato praticamente trovato già alla fine del 2018. L’ostacolo in questi mesi è stato soltanto il Boca Juniors, che ha tirato il prezzo ogni volta che ha potuto e il Napoli in certi periodi ha allentato la presa. A meno di clamorosi colpi di scena, questi saranno i giorni della chiusura.

AFFARE KOULIBALY

Cosa c’entra in questo intrigo il difensore del Napoli? C’entra perché è nel mirino della Juventus, che in realtà è consapevole della difficoltà di strappare il senegalese agli azzurri: sono troppi 150 mln di euro e la volontà di Carlo Ancelotti è ferma come quella di De Laurentiis.

Ecco allora che Agnelli e Paratici hanno già trovato il piano B, che in realtà non è da considerarsi come seconda scelta. Si tratta di Nicolas Otamendi, classe ’88 e attualmente al Manchester City. La Juventus è una delle squadre che si è mossa concretamente per portarlo in squadra, sebbene ci sia l’impedimento dell’elevato ingaggio da circa 7 mln di euro. Una difficoltà che si può in qualche modo “aggirare” perché i bianconeri sono fermi sulla loro idea e intenzionati a fare un passo in avanti.

Decisivo quindi l’arrivo in Italia della dirigenza del Boca Juniors e del procuratore Adrian Ruocco: tanti affari e intrecci che troveranno risposte definitive tra pochi giorni.

di Sabrina Uccello

Redazione ©RIPRODUZIONE RISERVATA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.CALCIONAPOLI1926.IT

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy