Delio Rossi: “Napoli forte, ma non è una squadra. De Laurentiis chiamò anche me”

Delio Rossi: “Napoli forte, ma non è una squadra. De Laurentiis chiamò anche me”

di Sabrina Uccello

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Delio Rossi. L’allenatore si è soffermato sulle indiscutibili qualità della rosa del Napoli. La squadra di Carlo Ancelotti ha indubbiamente il potenziale per poter lottare per i vertici della classifica, ma è bloccata: non riesce a esprimersi al meglio. Il rapporto minato con la tifoseria sicuramente non aiuta a dare la spinta giusta, soprattutto in occasione delle gare interne. Inoltre, Delio Rossi riflette anche sulle relazioni che sussistono all’interno dello staff tecnico con la dirigenza.

Delio Rossi sul Napoli 

“Il Napoli è molto forte, il problema è che non sta rendendo per quello che dovrebbe rendere. In questo momento bisogna stringersi e le 3 componenti ossia allenatore, squadra e società, devono trovare una soluzione condivisa. Non è un problema di sistema di gioco, quello magari arriva dopo: il Napoli non è una squadra. Il presidente è quello che ha l’ultima parola, poi c’è l’allenatore e i calciatori e quindi se il presidente prende una decisioni, le altre parti dovrebbero assecondare le richieste. Ma, quando si prende una decisione che influisce sull’area tecnica, bisognerebbe almeno condividerla con la parte tecnica. Se il Napoli mi ha mai chiamato? In passato sì, ma rientrava nell’ordine di sentire diversi allenatori e De Laurentiis ha chiamato anche me. Non ricordo che periodo era, ma qualche anno fa.”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy