De Luca: “Prepariamoci a mesi difficili. Con 800 positivi in Campania è lockdown”

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, è intervenuto quest’oggi all’assemblea dell’associazione trasportatori Anita a Napoli

di Tony Sarnataro
campania scuola

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, è intervenuto quest’oggi all’assemblea dell’associazione trasportatori Anita a Napoli. Per l’occasione ha fatto il punto sulla pandemia, con numeri sempre più alti in Campania.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

Le sue parole

De Luca Coronavirus Campania
De Luca Coronavirus Campania

“Il Coronavirus non è dietro di noi, anzi è ancora davanti a noi. Non ci siamo liberati del problema. Dobbiamo prepararci a mesi difficili, come lo saranno i prossimi. Se le tendenze si confermano sarà ancora più dura di gennaio-maggio scorsi. Anche oggi abbiamo avuto più di 700 contagi, ma il 90-95% è asintomatico. Questi ultimi non vanno negli ospedali ma in isolamento domiciliare. Però se si alza l’età media dei contagi, dobbiamo aspettarci anche più persone ricoverate, e dovremo farci trovare pronti. Con due novità che non avevamo sei mesi fa: l’apertura delle scuole e il ritorno della stagione invernale con tutte le malattie che porta”.

De Luca prosegue con le dichiarazioni con una diretta su Facebook.

Rischio lockdown

“Con l’incremento di 800 positivi al giorno è lockdown in Campania. Voglio essere chiaro su questo: con quei numeri si arriva alla chiusura di tutto. Con 1000 contagi al giorno e solo 200 guariti, non è possibile tenere tutto aperto. Quello a cui puntiamo è avere almeno un equilibrio tra nuovi contagi e persone guarite. Ma se questo equilibrio salta, è lockdown. Con 800 positivi chiuderemo tutto”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU INSTAGRAM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy