CONI, Frattini: “L’ASL ha la priorità, c’è scritto anche nel protocollo. La FIGC non si è nemmeno costituita”

Il presidente del Collegio di Garanzia del CONI, Franco Frattini, che ha ribaltato la sentenza sul caso Juve-Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport

di Tony Sarnataro
juventus napoli ricorso

Il presidente del Collegio di Garanzia del CONI, Franco Frattini, che ha ribaltato la sentenza sul caso Juve-Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

CONI, le parole di Frattini

Juventus Napoli

“Il Collegio di Garanzia ha valutato gli atti dell’autorità sanitaria che può stabilire, da regolamento, se una squadra può viaggiare o no. Le autorità sanitarie sono superiori a quelle sportive, c’è scritto anche nel protocollo. L’ASL è l’unica autorità atta a stabilire se ci sono dei rischi o meno. E’ innegabile che il protocollo sportivo sia innegabile e vada seguito, ma è giusto che con una pandemia in atto l’ultima parola spetti sempre all’autorità sanitaria locale. La bolla non può essere una deroga ma una facoltà, e in quel caso l’ASL ha deciso che questa facoltà non si poteva esercitare, nemmeno in bolla si poteva giocare. Il Collegio di Garanzia è fuori dalla giustizia delle Federazioni, è una sorta di cassazione. Per la prima volta, dal 2014, abbiamo un organo totalmente staccato dalla giustizia delle singole Federazioni. E’ un ordinamento totalmente indipendente dalle Federazioni, per questo è possibile avere sentenze completamente diverse rispetto gli altri gradi di giudizio. E’ stato anche più facile perché noi avevamo solo il ricorso del Napoli, la FIGC né la Juventus si sono costituite all’interno del processo. Abbiamo interpretato le norme, per dare stabilità a questa decisione”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy