Chiariello: “Roma e Getafe non partono, il Napoli è ancora incerto. Cosa accadrà?”

Chiariello: “Roma e Getafe non partono, il Napoli è ancora incerto. Cosa accadrà?”

di Alfredo Russo
Chiariello, le parole su De Laurentiis

Il giornalista Umberto Chiariello ha ripercorso le emozioni per la vittoria dell’Atalanta, unica squadra italiana impegnata ieri in Champions League, nel corso del suo EditoNuovo ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“Siamo ancora emozionati nel vedere i quattro gol di Ilicic, un genio del calcio emerso tardi. Qualche allenatore ha raccontato di chiamarlo “La vecchina” ma con Gasperini ha trovato la sua massima espressione. Un giorno intervistato Ambrosini gli chiesero quale fosse il calciatore con potenziale inespresso e lui rispose ‘Ilicic, un fuoriclasse che non ha dimostrato ancora’. Dopo la folgorante apparizione dell’Atalanta, primo caso nella storia di Champions League, oggi c’è la guerra del tutti contro tutti. La Roma non va a Siviglia, il Getafe non vuole venire a Milano, il Napoli dovrebbe andare a Barcellona con deroga del Ministro. Cosa accadrà? Lo capiremo all’ultimo istante, questa polemica non si risolverà in poco tempo”.

L’EditoNapoli di Chiariello

“Dotatevi tutti di una bella mascherina e di una bella margherita da sfogliare: si gioca, non si gioca, il Napoli va a Barcellona o non va a Barcellona, con l’aereo o con il pedalò, si allena o sospende gli allenamenti? Koulibaly c’è, Maksimovic si ferma un altro mese e Gattuso parla con De Laurentiis del Napoli che verrà. Ma questa Champions League e Europa League, che futuro avranno?”.

Tifoso del Barça munito di mascherina (Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy