Castellacci: “Soltanto la Serie A può ricominciare, vi spiego. Protocolli FIGC rigidi”

Castellacci: “Soltanto la Serie A può ricominciare, vi spiego. Protocolli FIGC rigidi”

di Luca D'Isanto, @Luca_disanto1
Castellacci

Serie A | Enrico Castellacci, ex medico della Nazionale italiana ed attuale presidente dell’Associazione Medici Italiani di Calcio, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte per commentare i provvedimenti e i protocolli in vista del ritorno in campo. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:
“Ci sono delle remore dal punto di vista sanitario quando non ci sono le condizioni. I protocolli della FIGC sono molto rigidi, ma implicano delle scelte. Secondo me soltanto la Serie A può ricominciare, le altre categorie hanno difficoltà. Ricevo quotidianamente telefonate e mail di squadre che non possono applicare queste regole. Ci sono alcuni punti da chiarire, altrimenti si rischia di bloccare il campionato. Probabilmente sarebbe servita una linea guida europea. Bisogna approfondire anche il tema dei tamponi: spesso mancano e non ci sono i reagenti. Non possiamo trascurare i problemi di natura etica”.

SEGUICI SU INSTAGRAM PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!

Castellacci avvisa: “Può ripartire soltanto la Serie A”

Castellacci, le parole
Castellacci, medico della Nazionale (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Ieri la Lega di Serie A ha prorogato la chiusura del campionato al 2 agosto, finora prevista il 30 giugno. Questo, in attesa delle decisioni del governo e in conseguenza delle ultime indicazioni dell’Uefa e della Fifa. La stagione 2019/2020 si concluderà, anche se in ritardo rispetto alla tabella di marcia prevista ad inizio stagione.

Tale determinazione verrà assunta nel pieno rispetto delle raccomandazioni ricevute dalla FIFA e dalla UEFA, nelle more delle decisioni del Governo e del necessario approfondimento che leghe e AIC faranno in tempi brevi per la definizione del prolungamento dei contratti in scadenza al 30 giugno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy