Careca ricorda Diego: “Era un genio, oggi nessuno potrebbe permetterselo. Andrò in Argentina a salutarlo…”

di Mattia Fele, @FeleMattia
Careca

Antonio Careca ha voluto ricordare ancora una volta il suo amico e compagno Diego Armando Maradona ai microfoni di Enganche. L’intervista è stata poi ripresa dal Corriere dello sport. Qui sotto un estratto delle sue parole.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL CALCIO NAPOLI

Careca ricorda Maradona: “Diego campione senza prezzo…”

Careca
(Getty Images)

Immaginate Diego a 22, 23 o 24 anni nel calcio di oggi. Nessun club potrebbe permetterselo. Nemmeno un’intera banca sarebbe in grado di comprarlo.

 Era un genio: quando giocavi al suo fianco, ti rendevi conto che da un momento all’altro poteva arrivarti un assist. Noi ci dovevamo allenare molto, lui aveva il dono del genio. Ci siamo divertiti. Ci sono state diverse partite meravigliose. Ricordo un assist contro la Roma e uno con il Milan. In ogni momento è stato fantastico […]

Ho intenzione di andare a Buenos Aires, andrò con mia moglie per qualche giorno.Voglio andare in Argentina per salutare Diego al cimitero. […] La sua morte lo ha segnato molto. Ha sempre idolatrato le persone che davano gioia al mondo. Voglio andare a Buenos Aires per vedere la sua famiglia. Era un essere umano speciale, con un cuore enorme. Amava con onestà e trasparenza. Non ho parole, lo ricorderemo in eterno, non solo come calciatore, ma come persona e come amico”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER CLICCANDO QUI 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy