Allenamenti Napoli, De Luca annuncia il via libera: “Dal 4 maggio si riprende”. Le condizioni

Allenamenti Napoli, De Luca annuncia il via libera: “Dal 4 maggio si riprende”. Le condizioni

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Coronavirus Campania, l'ordinanza

Allenamenti Napoli – Arriva l’annuncio ufficiale da parte della Regione Campania circa la ripresa degli allenamenti per gli atleti professionisti. Una decisione che coinvolge anche il Napoli pronto a tornare, con ogni probabilità tra giovedì e venerdì, presso Castel Volturno. Il Presidente Vincenzo De Luca ha messo in evidenza anche le condizioni per la ripresa di ogni attività.

CLICCA QUI PER IL BOLLETTINO NAZIONE ODIERNO

I dettagli

De Luca allenamenti Napoli

Di seguito i dettagli dell’ordinanza disposta dalla Regione Campania e firmata dal presidente Vincenzo De Luca:

“A decorrere dal 4 maggio 2020 e fino al 17 maggio 2020, salvo eventuali ulteriori provvedimenti di adeguamento, sono consentite, sul territorio regionale, le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti. Tutto nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a porte chiuse, per gli atleti di discipline sportive anche non individuali, purchè gli allenamenti siano effettuati in forma individuale e alle seguenti condizioni.

Le condizioni

Allenamenti Napoli, al decisione della regione

 

Allenamenti Napoli – La Regione detta le condizioni per una buona ripresa del lavoro:

1.1) previo espletamento di test diagnostici sugli atleti al fine di accertare la negatività al Coronavirus;
1.2) disponibilità di spazi delimitati di allenamento ad uso esclusivo di ciascun atleta per tutta la sessione di allenamento;
1.3) limitazione dell’uso degli spogliatoi ed altri spazi comuni secondo modalità idonee ad assicurare il rispetto della distanza interpersonale di almeno due metri. Con raccomandazione alle singole società e federazioni di disporre, ove necessario, che gli atleti accedano agli impianti già in tenuta di allenamento e rientrino a fine allenamento presso le proprie abitazioni, evitando l’uso di spogliatoi e docce presso l’impianto;
1.4) controllo medico con periodicità almeno settimanale sugli atleti;
1.5) adozione di adeguate misure igienico-sanitarie, secondo standard proposti dalle società o federazioni e assentiti dall’Unità di crisi regionale.

CLICCA QUI PER SCARICARE L’ORDINANZA COMPLETA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy