Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimissime calcio napoli

Bucciantini: “Pareggio con il Verona positivo. Mi aspettavo di più da tre azzurri”

Bucciantini: “Pareggio con il Verona positivo. Mi aspettavo di più da tre azzurri”

Il giornalista Marco Bucciantini ha rilasciato alcune dichiarazioni questa sera a Canale Otto su alcuni temi attuali in casa azzurra

Tony Sarnataro

 Il giornalista Marco Bucciantini ha rilasciato alcune dichiarazioni questa sera a Canale Otto su alcuni temi attuali in casa azzurra. A seguire le sue principali parole.

Le parole di Bucciantini

 Victor Osimhen (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

"La sosta è molto per modo di dire, i calciatori non tornano mai riposati. Perché quasi tutti vengono convocati, in città ne restano pochi. E giocano gare magari intere e in più ci sono anche i voli internazionali. La sosta è per i tifosi, i giornalisti, gli allenatori. Ma non per chi va in campo. Quest'anno ci sono squadre che giocano ad un grandissimo ritmo come Verona, Fiorentina. Il bicchiere lo vedo mezzo pieno, rispetto a quello dell'Inter che è vuoto. Il Napoli ha fatto bene nelle partite prima, quindi il pareggio con il Verona lo lascia pieno. Se magari si avevano 17 punti, allora è ovvio che un pareggio con il Verona veniva visto male e si doveva fare di più. L'Inter è andata avanti in quattro scontri diretti ma non è riuscito a vincere nessuno di essi. Questo dato deve far riflettere. La differenza con Conte per adesso è qui. Mario Rui si è fatto fregare da Barak. Ma lo perdono per quell'errore. Forse Anguissa e Zielinski hanno fatto peggio. Il polacco soffre gare del genere quando non sta bene. Simeone ha sbagliato tanto negli ultimi anni. Sia a Firenze che a Cagliari, non segnava mai. Ha fatto disperare molti. Poi ha iniziato a lavorare sull'ansia, che era il suo limite. Prendere un gol dal Verona ci sta: ne ha dati 4 alla Lazio, 3 alla Roma, 2 a Juve e Milan. Ha segnato a tutti. Di Lorenzo migliore in campo, ma nessuno si era accorto di lui fino qualche anno fa. Giocava a Matera. Si tratta di un grande numero 2, il migliore del campionato, campione d'Europa. Il Milan ha creduto in giovani ragazzi che ora sono usciti fuori".