Bucciantini: “Corsa Champions? Il Napoli più in difficoltà di tutte, ma non darei per scontata la Juve”

di Giovanni Montuori

A Radio Marte, nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete”, è intervenuto Marco Bucciantini, giornalista di Sky Sport, per parlare della situazione in casa Napoli e della corsa al quarto posto valido per la qualificazione in Champions League, ma anche della sfida di ritorno col Granada. Di seguito le sue parole.

Bucciantini sul Napoli in Champions

Gennaro Gattuso (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

“Io non darei per scontata la Juve, non è una squadra che ha passo. Ogni tanto sbaglia la partita facile. Ha perso contro Inter e Napoli e pareggiato contro Roma, Atalanta e Lazio. Magari potrebbe subire il discorso delusione. Poi magari vince anche il campionato ma la vedo in corsa anche con le altre. Il Napoli è più in difficoltà di tutte come organico, ambiente e comunicazione. Ma nonostante tutto è lì, a una partita dal quarto posto e con una partita in meno. Quindi questo è un discorso positivo. Sei lì e hai dei margini. Il problema è recuperare gli infortuni: quando i ragazzi tornano li devi mettere in campo e possibile che magari il valore scenda. Quando Osimhen gioca non sta dando il rendimento che serviva. Gattuso è diventato un bersaglio facile e questo dispiace ma lui ha lo spessore umano per lavorare lo stesso. L’obiettivo quarto posto però è possibile. Il Napoli ovviamente non può giocare come ha giocato contro Juventus e Atalanta. Ieri Muriel era un giocatore diverso in campo: delle 8 occasioni da gol dell’Atalanta 7 partono da lui. Il Napoli sta giocando partite contronatura, con la Juventus ha fatto un miracolo ma lo hanno permesso i bianconeri. Sono più preoccupato per una partita come quella contro il Granada, c’è un deficit di qualità”.

Su Napoli-Granada:

“L’argomento del liberarsi di questa competizione è un argomento serio. Ma io credo che in questo momento l’ambiente Napoli – dal tifoso social o quello più verace – abbia necessità di un’impresa che dia una svolta emotiva e che sia superiore al calcolo. A volte le imprese sportive le fai con l’emozione. Il Napoli deve ritrovare qualcosa che lo tenga insieme. Un’impresa, anche velleitaria”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy