Bordon: “La poca continuità non fa crescere Meret. Maradona, Pelè e Crujff sono i più grandi di tutti i tempi”

di Giovanni Montuori
Meret

In diretta a Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Ivano Bordon, ex portiere dell’Inter che ha parlato della sfida con il Napoli e del futuro di Meret. Di seguito le sue dichiarazioni.

Bordon su Meret

Meret
(Getty Images)

“Portiere? Prima di tutto deve saper parare, poi si può allenare il gioco con i piedi, ma non sarà mai un giocatore di movimento. Zoff? Con Dino Zoff sono sempre trovato bene in Nazionale, come persona anche. Albertosi? L’ho sempre avuto come avversario, l’ho sempre apprezzato e lo consideravo un ottimo portiere. Io simile a Meret? Lo considero un buonissimo portiere, ma quest’anno doveva giocare di più, e la poca continuità non lo fa crescere. Portiere che porterei all’Europeo? Oltre a Donnarumma, ci sono tantissimi portieri forti”.

Napoli-Inter?

“L’Inter è una squadra solida, ti attacca e riparte quando sei i possesso di palla, penso che il Napoli giochi molto bene, però ci sono dei momenti in cui l’Inter può approfittare di qualche momento di pausa. È una partita da tripla”.

“Rinnovo Donnarumma? Penso che sia un grandissimo portiere, un punto di forza, nelle cifre non voglio nemmeno entrarci. Fossi nel Milan lo terrei, rimanendo nelle disponibilità economiche. Cruijff? Era rapido, potente, aveva una grande intelligenza calcistica. Ci ho giocato contro perdendo la finale di Coppa Dei Campioni. Per me Maradona, Pelè e Cruijff sono i più grandi di tutti i tempi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy