Benevento, Schiattarella: “A Napoli vogliamo punti salvezza. I napoletani aiutino Meret e Petagna”

di Giovanni Montuori

Pasquale Schiattarella, napoletano, centrocampista del Benevento, è intervenuto ai microfoni di Radio Crc durante ‘Arena Maradona’ per parlare della sfida della sua squadra contro il Napoli che si giocherà domenica. Di seguito le sue parole.

Schiattarella su Napoli-Benevento

(Photo by Marco Rosi – SS Lazio/Getty Images)

“Non ci credo alla crisi del Napoli, il Benevento terrà gli occhi aperti al Maradona. Il Napoli ha in rosa calciatori in grado di risolvere la partita in qualsiasi momento se pensiamo di andare ad affrontare una squadra in difficoltà, commetteremmo un grosso errore. Il Benevento farà molta attenzione, conscio della possibilità di poter conquistare punti salvezza anche a Napoli. Contro la Roma siamo fatti valere nonostante fossimo rimasti in 10 le lacrime di Foulon a fine gara sono la dimostrazione che il gruppo sputa l’anima per conquistare la salvezza. Inzaghi è un martello. Lui e Foggia ci spingono continuamente a dare il meglio per continuare la scalata verso la permanenza in Serie A”.

Sui singoli di Benevento e Napoli:

“A dire la verità Lapadula fa la differenza anche quando non segna. Può segnare pure qualcun altro, ma non cambierei Lapadula con nessuno. Anche Gaich può darci una mano, è un giocatore molto interessante”. Stesso discorso per Meret e Petagna, ex compagni di Schiattarella alla Spal. “Per me Meret è tra i migliori portieri d’Italia. Petagna è un attaccante molto forte. Da tifosi del Napoli dico ai miei concittadini di sostenere Meret e Petagna. In momenti come questo una critica di troppo può fare solo danni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy