Ancelotti: “Mertens completamente recuperato. Vincere qui è più semplice: vi svelo perchè”

Il tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, interviene in conferenza stampa per presentare in match con il Genoa

di Redazione

Il tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, in conferenza stampa presenta il match, in programma sabato alle 20.30 presso lo Stadio Luigi Ferraris, contro il Genoa di Juric.

Vincere? Penso giorno per giorno: sono giorni belli con poco stress e mi piace vivere. Vincere, poi, è sempre difficile ma è più facile vincere quando ti puoi esprimere al 100%. Ci sono posti dove è difficile mentre in altri, come qui, dove è più naturale.

Squadra? Se rimane ad alti livello è soprattutto per la coesione del gruppo e l’armonia. La differenza te la fa fare il carattere collettivo e questo gruppo soddisfa molto.

Piatek? Sta facendo bene in un ambiente ideale per lui. E’ la prima volta che viene in Italia ed ha cominciato bene. E’ da tenere sotto controllo domani.

Mourinho? Comprensibile: è stato ironico. Dopo 90 minuti di insulti ci può stare. Il problema vero sono gli insulti.

Juventus? Adesso è in fuga perchè ha avuto una straordinaria continuità e a noi tocca rincorrere. Dobbiamo fare il massimo per avvicinarci.

Atteggiamento? Non cambia mai tatticamente. Il sistema difensivo è lo stesso mentre varia quello offensivo. A volte spingiamo con i terzini, altre volte mettiamo più calciatori nelle linee avversarie ma quello dipende dagli avversari.

Champions? Certi momenti siamo stati superiori mentre altri abbiamo sofferto. Il risultato ci da un vantaggio. Toglie molte energie fisiche e mentali quindi occorre uno sforzo supplementare per evitare gli imprevisti ovvero le partite subito dopo dove non sei motivatissimo. E’ un rischio necessario perchè è la competizione più importante ed il Napoli ha le caratteristiche giuste. Italiane? Possono centrare le qualificazioni e sarebbe bello per il calcio italiano. A questo punto, il compito più difficile è sulle nostre spalle. Le altre sono passate. Insigne? Sta facendo molto bene come sempre anche giocano in una posizione diversa. Le novità portano nuovi stimoli e lui, come noi, ne sta approfittando.

Migliorare? Siamo migliorati nell’approccio ma dobbiamo essere più continui e convinti. Leggere meglio cosa succede in campo ed essere più precisi. Abbiamo preparato un certo tipo di partita contro il PSG poi alcune situazioni ci hanno permesso di essere positivi come nel secondo tempo. Mertens? Io voglio che tutti i giocatori vogliano giocare tutte le partite poi le scelte dipendono dal carattere di tutti noi: comprese o meno. Mertens ha un problema alla spalla recuperato e sta bene.

Domani è una prova di grande maturità perchè è complicato trovare motivazioni contro il Genoa. La maturitò ti permette di essere al 100%. Cambi? Quella di Marassi spero sia la notte del Napoli. Farò una valutazione della condizione fisica perchè sarà intensa e abbiamo bisogno di fisicità. Sei cambi sono troppi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy