Abbondanza: “Vinicio a Napoli fu un innovatore. Mertens o Milik? Pochi dubbi”

Abbondanza: “Vinicio a Napoli fu un innovatore. Mertens o Milik? Pochi dubbi”

di Luca D'Isanto, @Luca_disanto1

Vinicio allenatore | Sandro Abbondanza, ex calciatore del Napoli tra la fine degli anni ’60 e gli inizi degli anni ’70, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte per rispondere alla domanda su quale sia il miglior allenatore azzurro del decennio 1970-1980. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“Il miglior allenatore del Napoli nel decennio 1970-80? Ho giocato soltanto Chiappella, con Vinicio feci soltanto la preparazione estiva, poi me ne andai via a novembre. Con Pesaola ho fatto un’amichevole a Bari, mi sembra”.

Abbondanza: “Vinicio il migliore, ma non avevamo un buon rapporto”



“Il Petisso era quello più simpatico e sveglio, ma il mio preferito è sicuramente Vinicio: ha portato qualcosa di nuovo anche dal punto di vista della preparazione, effettuata a ritmo sostenuto. Facevamo gli scatti in salita. C’era l’allenamento del mercoledì mattina con la palla che era pazzesco. Ha portato un gioco ed è stato il primo coraggioso. Sono per Vinicio anche se con lui non ho avuto un buon rapporto”
.

Napoli, meglio tenere Milik o Mertens?

Tra Milik e Mertens tratterrei Mertens, è difficile trovare un giocatore così forte alla sua età”.


LA STORIA DI ABBONDANZA A NAPOLI
Cresce calcisticamente nella società della sua città natale, la Società Sportiva Calcio Napoli. Dopo una breve esperienza in Serie B con la maglia del Monza, torna a Napoli nel novembre del ’68. Esordisce in Serie A, con la maglia del Napoli, il 9 marzo del 1969, nella partita Napoli-Bologna 1-1. Nella stagione successiva gioca nel Pisa, appena retrocesso in Serie B, segnando il suo primo gol da professionista.

Torna a vestire la maglia del Napoli nella stagione 1970-1971. Durante la sua permanenza a Napoli, riesce a siglare in campionato, gli unici due gol della carriera con la maglia della sua città. Nel novembre del ’71 approda alla Lazio, appena retrocessa, e con le sue 25 presenze e 7 gol, contribuisce alla promozione della squadra capitolina, che tornerà in Serie A nella Stagione 1972-73. Conclusa l’avventura laziale, Abbondanza torna a Napoli, a giocare nella massima serie, ma durante quelli che saranno i suoi ultimi due anni in maglia azzurra, registra solamente 16 presenze e nessun gol.


CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!

NAPLES, ITALY – OCTOBER 19: Arkadiusz Milik and Dries Mertens of SSC Napoli celebrate the 1-0 goal scored by Arkadiusz Milik during the Serie A match between SSC Napoli and Hellas Verona at Stadio San Paolo on October 19, 2019 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)
1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. JuianoKrollMaradona - 4 settimane fa

    Onore ad ABBONDANZA, CHE DA I MERITI AL GRANDE LUIS VINICIO.
    CHE INSIEME ALL’OLANDA 74 E CIUCCIO DEL 74/75 FECE CALCIO TOTALE,
    perdendo il campionato ancora con la juve nello scontro diretto a torino,
    col goal in zona cesarini di altafini,una beffa visto che avevamo regalato il cartellino al nonno, una beffa….
    BRAVI AD INTERVISTARE TUTTI QUESTI NOSTRI EX GIOCATORI, CHE CI RICORDANO
    LA NOSTRA STORIA,,,,UNICA COSA CHE CONTA… PELLE D’OCA……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy