Vulpis: “Il calcio fa bene a trovare soluzioni, è un’industria che non va fermata ma c’è un problema”

Vulpis: “Il calcio fa bene a trovare soluzioni, è un’industria che non va fermata ma c’è un problema”

di Sabrina Uccello

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Marcel Vulpis, direttore Sport Economy: “CONI lascia solo Gravina? Non credo. Malagò ha sicuramente la passione per il calcio, ma è più vicino al mondo delle Olimpiadi. Il suo circolo per molti anni ha sfornato molti azzurri importanti. Oggi la tutela sanitaria è fondamentale rispetto a qualsiasi esigenza quindi calca quest’onda che eticamente non è contestabile. Il calcio fa bene a trovare soluzioni perché è un’industria e non va fermata, ma dico una cosa in anticipo: qualora ci dovessero essere casi Covid alla ripartenza, richiudere il campionato in malo modo darebbe un’ulteriore botta al sistema del calcio”.

Vulpis sul Napoli coronavirus

Vulpis sulla ripartenza dell’Italia

“Ad oggi lo Stato italiano dovrebbe portare i libri in Tribunale, l’alternativa è andare in Europa a calarsi le braghe in linea di principio. Credo che questa classe politica abbia talmente paura di fare ulteriori errori, dopo gli orrori a cui abbiamo assistito, che proprio sul tema della piattaforma dell’aggregazione sociale del calcio, non vuole finire sulla griglia. Se un politico è impavido deve dimettersi dall’incarico, non c’è un’altra opzione. Abbiamo bisogno di persone che siano veloci e decisi nella risposta. Stiamo riaprendo il 4 Maggio e non abbiamo tamponi: andiamo in guerra con le scarpe rotte.”

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy