Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Venuti: “Insulti a Koulibaly? Battuta di uno scemo. Firenze non è razzista”

(Getty Images)

Il difensore viola Lorenzo Venuti ha parlato degli insulti razzisti subiti da Koulibaly in occasione di Fiorentina-Napoli

Sara Ghezzi

In queste settimane continua a tener banco la questione razzismo. Dopo i gravissimi insulti urlati contro Koulibaly dopo Fiorentina-Napoli, in molti si sono stretti intorno al difensore azzurro. Le autorità si sono mosse subito per colpire il vile attacco, con la speranza che la punizione inflitta al colpevole possa essere d'esempio. Sui fatti di Firenze è tornato anche il difensore viola Lorenzo Venuti intervenuto ai microfoni di RTV 38. Il difensore ha voluto però mettere in luce anche quanto capitato al suo compagno Vlahovic a Bergamo.

"Insulti a Koulibaly? Battuta di uno scemo. Firenze non è razzista", le parole di Venuti

 (Getty Images)

Di seguito le sue parole:

Si parla di uno scemo che si è divertito a fare una battuta contro Koulibaly. Il razzismo è una malattia che ai tempi di oggi stiamo affrontando. Però ci tengo a dire, senza voler puntare il dito contro una tifoseria o contro nessuno, che gli episodi di Bergamo e Firenze sono completamente diversi: si parla di un intero stadio che ha fatto un coro contro un giocatore.

Vorrei far passare il messaggioche l'atteggiamento sbagliato di una persona sola non deve assolutamente influenzare quello che è il nome di una tifoseria e di una città. Perché Firenze non è razzista, e non è quella che dice quelle brutte parole a Koulibaly. Anzi, Firenze è una città stupenda, abitata da persone fantastiche, e che hanno sempre rispetto di tutte le etnie e di qualsiasi persona che viene qui da avversario e da giocatore della squadra".