UEFA, Abete: “Decide il Comitato Tecnico Scientifico ma ricordate il contributo del calcio al Paese”

UEFA, Abete: “Decide il Comitato Tecnico Scientifico ma ricordate il contributo del calcio al Paese”

di Maria Ferriero, @m_ferriero
UEFA, le parole di Abete

L’obiettivo della UEFA è quello di ripartire nel rispetto della salute dei calciatori. La tabella di marcia prevede il ritorno in campo, nelle coppe Europee, per il mese di agosto. Una decisione per permettere ai campionati delle varie nazioni di terminare. Intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss NapoliGiancarlo Abete, vicepresidente UEFA, ha fatto il punto della situazione.

CLICCA QUI PER IL BOLLETTINO NAZIONALE ODIERNO

UEFA, le parole di Abete

UEFA, le parole di Abete

“Fino a questo momento, il presidente Gravina finora ha fatto molto bene perché ha manifestato disponibilità di ripartenza. Ovviamente c’è prudenza perché chi decide è il Comitato Tecnico Scientifico, visto che la priorità è la salute. La FIGC ha fatto molto bene perchè la volontà di ripresa è non solo un messaggio positivo ma è anche l’obiettivo della Federazione.

Questione economica? Deve esserci il via libera del Comitato Tecnico Scientifico, ma anche tanto buonsenso. Bisogna capire quale protocollo si deve rispettare, in modo che sia rispettabile concretamente . Il calcio è una delle quattro discipline professionistiche tra le 45 aderenti al CONI e la ripartenza economica è fondamentale. Al momento, il calcio ha dato oltre 11 miliardi al CONI, ricevendone solo il 6%. Chi fa le pulci al calcio dovrebbe ricordare il valore e il contributo che ha sempre dato al Paese”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy