Da Torino: Pirlo sul banco degli imputati, accuse pesantissime verso il tecnico della Juve

di Giovanni Ibello

La Juve è in grande difficoltà, ma proprio per questo – secondo il parere di chi scrive – bisogna fare ancora più attenzione. L’animale ferito può essere assai più pericoloso di quello tranquillo. Le informazioni che ci arrivano da Torino ci parlano di un ambiente quasi “in rivolta” contro Andrea Pirlo e i suoi ragazzi (che anche fuori dal campo si sono concessi qualche licenza di troppo). Ecco quanto si apprende da Tuttojuve.com in vista del match contro il Napoli:

“La scossa tanto auspicata non è arrivata. E il bilancio è estremamente negativo. Tra Benevento e Torino la Juve non è riuscita a mettere insieme più di un punto. E nel mezzo di una settimana al limite della follia, tra cene e situazioni complicate, la squadra scivola ai margini della zona Champions, con alle porte una gara che oggi sembra una montagna quasi insormontabile.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!

Da Torino: critiche pesanti a questa Juventus

getty

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM

Cosa servirebbe alla Juve? Facile dire un cambio di guida tecnica. Ad oggi forse non ci sono né le alternative concrete né le idee in proposito, ma se il quarto posto diventa indispensabile per programmare il futuro , il rischio di proseguire su questa strada è elevatissimo. Sia chiaro non tutte le colpe sono di Pirlo, ma la sua inesperienza in questa stagione sta venendo fuori partita dopo partita.

In una situazione diversa , dopo l’eliminazione dalla Champions, la sconfitta con il Benevento e il pari sofferto con il Torino, probabilmente la panchina sarebbe saltata. Adesso occorre mantenere calma e sangue freddo, ma la sensazione che questa squadra abbia bisogno di una scossa decisa e netta per salvare la stagione è sempre più forte. Pirlo non si dimetterà, ma queste ore devono essere di profonda riflessione mettendo davanti a tutto il bene della squadra, e lasciando in un angolo deferenza, ringraziamenti e affetto. La squadra adesso ha bisogno di una scossa profonda. Aspettare ancora potrebbe diventare troppo rischioso.”
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy