Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Romero duro: “L’errore di Massa è inaccettabile. Allora a che cosa serve il VAR?!”

Romero duro: “L’errore di Massa è inaccettabile. Allora a che cosa serve il VAR?!”

Le parole dell'ex presidente del Torino Tilli Romero a Radio Punto Nuovo

Giovanni Pietropaolo

L'ex presidente del Torino Tilli Romero è intervenuto a Radio Punto Nuovo sulla valutazione di Massa al VAR in Torino-Inter sul Belotti-Ranocchia Gate. Non si capacita dello sbaglio commesso dall'assistente al VAR, in quanto il fallo era plateale già ad occhio nudo. In tempi non sospetti si è detto che la classe arbitrale quest'anno ha peccato di inesperienza in più di qualche occasione, compromettendo quella che è la lotta allo scudetto e non solo.

Romero: "L'errore di Massa alla penultima giornata sarebbe stato fatale"

 (Getty Images)

Di seguito le dichiarazioni dell'ex presidente del Torino, Tilli Romero, a Radio Punto Nuovo:

"Forse certe sudditanze psicologiche ci sono, l’abbiamo provato anche durante la fase in cui io ero presidente. L’episodio del rigore in Torino-Inter, come detto da Juric, è inspiegabile. Al limite posso dire che l’arbitro può aver visto la palla muoversi e può aver pensato che ci fosse l’intervento sulla palla. Ma poi il VAR no, lì non è più spiegabile. Si vede chiaramente che l’intervento è sulla gamba di appoggio di Belotti per cui è rigore al 100%".

Sul VAR

Sforzandosi molto si può capire l’arbitro, ma non il VAR. A cosa serve quest’ultimo? Stiamo assistendo a una trasformazione in negativo del calcio. I rigori sono una cosa seria. Oggi vediamo giocatori che cambiano la postura, mettono le braccia dietro la schiena, il braccio viene sfiorato e si fischia comunque. Poi ci ritroviamo degli episodi colossali come questo ed il VAR sbaglia. L’errore di Massa al VAR non ha alcuna spiegazione. Non penso a malafede ma è clamoroso, spero non si ripeta più".

Sugli errori arbitrali a sfavore del Torino

"Con il Torino sono successe cose assurde, come Medel che prende la palla con le mani quando il gioco era già ripartito dal portiere, o il fuorigioco assurdo di Pobega contro il Venezia. Ci sono ancora tante partite, aspetterei per dare giudizi drastici. Ci sono sempre stati degli errori. Fossimo alla penultima giornata allora parleremmo di condizionamento decisivo. Vedremo come andranno le cose”.