SPAL, Mattioli: “Nutro ancora dei dubbi sulla ripartenza del campionato. Vi svelo una cosa su Semplici”

SPAL, Mattioli: “Nutro ancora dei dubbi sulla ripartenza del campionato. Vi svelo una cosa su Semplici”

di Mattia Fele
SPAL, le parole di Mattioli

Il presidente della SPAL Walter Mattioli è intervenuto a Radio Rai 1. Il suo intervento ha toccato diversi argomenti, tra cui chiaramente quello dei protocolli di sicurezza, utili ad una ripartenza più o meno sicura del campionato di Serie A. All’interno della sua intervista, Mattioli ha voluto spendere delle parole anche per il suo ex allenatore Semplici, esonerato l’anno scorso dalla SPAL perché probabilmente troppo ambizioso rispetto alle reali possibilità del club che allenava. Al posto di Semplici la SPAL ha ingaggiato Luigi Di Biagio, ex allenatore della Nazionale italiana U-21. Di Biagio è un allenatore giovane già molto stimato da molti club, anche per merito del suo illustre passato da calciatore della Nazionale. Ecco quanto evidenziato delle parole di Mattioli dalla redazione di calcionapoli1926.it.

LEGGI ANCHE – > Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile di oggi, 17 maggio 

Le parole di Mattioli

SPAL, le parole di Mattioli
Walter Mattioli (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

“Noi della SPAL abbiamo rispettato in modo preciso il protocollo che ci è stato fornito. Però è troppo pericoloso, le responsabilità restano ancora troppe. Abbiamo deciso di aspettare e seguire poi quello che succederà. In questi giorni abbiamo effettuato visite mediche ai calciatori, ora aspettiamo di tornare a lavorare tutti insieme. Finché il protocollo nuovo non verrà reso ufficiale, i giocatori dovranno e potranno solo allenarsi in modo individuale. Siamo pronti, però allo stesso tempo tutti noi dobbiamo essere coscienti che stiamo sfidando un pericolo. Nutro comunque ancora dubbi che il campionato possa riprendere il 13 giugno, non so se tutti saremo pronti.

Abbiamo deciso di dividerci da Semplici per un motivo. Credo che lui si aspettasse qualcosa di diverso dalla salvezza per la SPAL dopo il tredicesimo posto dell’anno passato. Però il nostro obiettivo stagionale è quello di salvarci, non siamo attrezzati per progettare un obiettivo differente. Dobbiamo ambire alla salvezza. Ora c’è Di Biagio, allenatore giovane ma con grande carattere. Oltretutto è molto preparato e motivato, ha cambiato molte cose e con lui siamo davvero contenti”.

 

SEGUICI ANCHE SU TWITTER 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy