Spadafora sui rinvii: “Non ho mai parlato con la Juventus, questo campionato non è falsato”

Spadafora sui rinvii: “Non ho mai parlato con la Juventus, questo campionato non è falsato”

di Francesco Melluccio
Spadafora coronavirus coni

Vincenzo Spadafora, ministro per le politiche giovanili e lo sport, in una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera, ha parlato del caos nato dopo la scelta di rinviare le gare e del futuro di questo campionato di Serie A.

Spadafora coronavirus coni

LE PAROLE DI VINCENZO SPADAFORA

Il governo ha dato due possibilità: rinviare le partite o giocare a porte chiuse. La Lega ha deciso di rinviare, anche per evitare il brutto spettacolo degli stadi vuoti. Una decisione autonoma. Certo stabilisce un precedente, e capisco chi dice che debba valere, fortunatamente per tre regioni e non più sei, anche per il prossimo turno. Giovedì ho incontrato i vertici sportivi, e tutti hanno concordato sul prendere le decisioni che avrebbero avuto il minor impatto possibile su squadre, società e tifosi“.

SUL RINVIO DI JUVE INTER

In questo momento così complicato, con più di mille contagiati e quasi trenta morti non è sicuramente il mio primo pensiero. Capisco le polemiche dei tifosi, ma non può essere questa l’ottica da cui giudicare decisioni difficili. Ora spetta alla Lega fare di tutto, anche smontare e rimontare le giornate se occorre, per equilibrare il calendario nelle prossime settimane. Pretendo che non resti nemmeno l’ombra del sospetto sulla regolarità del campionato“.

Marotta sul rinvio di Juve-Inter

LA SOCIETA’ JUVENTUS HA INFLUITO SU QUESTA SCELTA?

Io ho parlato solo con i vertici di CONI, FIGC e leghe calcio, rappresentanti di arbitri e giocatori. Spero che serva da lezione per le prossime stagioni. Chiederò che si faccia il massimo per garantire parità di trattamento a tutti i club“.

Agnelli

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy