Sampdoria, Ranieri: “Se i medici acconsentono torniamo a giocare anche con 5 cambi a partita”

di Alfredo Russo
Sampdoria Coronavirus

Il sentimento comune, fatta salve qualche eccezione, è quello di voler tornare a giocare. A conferma di ciò ci sono anche le parole dell’attuale tecnico della Sampdoria, Claudio Ranieri. Durante un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, l’ex tecnico del Leicester dei miracoli, ha espresso le sue personali idee sulla ripartenza. Poi sugli interessi opposti in Lega ha detto: “Che dietro al calcio ci siano interessi personali è umano”.

LA SERIE A RIPARTE? LEGGI QUI PER IL PIANO DELLA LEGA

Sampdoria Ranieri coronavirus
 

Ranieri: “Se i medici danno l’ok si deve ripartire”

“Tutto deve dipendere dai medici – sostiene il tecnico blucerchiato – Gli atleti sono macchine perfette che dobbiamo spingere al massimo, ma con rispetto. E’ difficile ripartire non solo fisicamente ma anche psicologicamente. Se avremo la possibilità di fare più cambi, giocando ogni tre giorni sarà più facile recuperare. Devono essere i medici e la comunità scientifica a darci il via libera dopo aver effettuato ogni test possibile perché non sappiamo cosa colpisce questo virus. L’incolumità degli atleti deve essere al primo posto”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy