Insulti razzisti ad Ounas, il Crotone si schiera dalla sua parte: il comunicato

di Domenico Riemma

Con un comunicato ufficiale, il presidente del Crotone, Gianni Vrenna, ha voluto fortemente stigmatizzare e condannare gli insulti ricevuti sui social da Adam Ounas nella giornata di ieri.

Insulti razzisti ad Ounas, il Crotone si schiera dalla sua parte: il comunicato

 (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Questo il comunicato: “Adam è qui con noi solo da qualche settimana ma lo abbiamo accolto a braccia aperte, rimanendo affascinati dal suo talento. Lo abbiamo sempre fatto con chiunque, e chi è venuto a Crotone si è sempre portato dietro ricordi importanti: arrivati quasi bambini, ripartiti uomini. La nostra società è una famiglia e da sempre condanniamo gesti che ancora oggi fatichiamo a comprendere. Adam è un professionista, ma anche un ragazzo come tanti: potrebbe essere un giovane delle serie dilettantistiche, un bambino delle nostre scuole calcio o non per forza un calciatore. Il razzismo deve – sempre e comunque – essere condannato in maniera chiara e forte. E non basta parlare del gesto di “pochi isolati”, ognuno deve avere una posizione inequivocabile, soprattutto chi come noi viene preso come esempio da milioni di bambini che sognano vedendo un pallone rotolare. Ounas è un calciatore, ma è soprattutto un ragazzo. A renderlo “diverso” dagli altri è solo il talento.” 

Il calciatore ha denunciato già l’accaduto

ounas
Adam Ounas e Franck Kessie (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Un gesto lodevole da parte della società rossoblu che rende così vano ogni tentativo discriminatorio nei confronti del calciatore che ha già sporto denuncia alle autorità giudiziarie per quanto accaduto.

ULIVIERI DIFENDE GATTUSO: LE PAROLE DEL TECNICO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy