AIA, Nicchi: “Se il calcio riprenderà, il VAR ci sarà. Le designazioni prevederanno viaggi brevi”

AIA, Nicchi: “Se il calcio riprenderà, il VAR ci sarà. Le designazioni prevederanno viaggi brevi”

di Sabrina Uccello

Marcello Nicchi, presidente dell’Associazione Italiana Arbitri, è intervenuto a La Gazzetta dello Sport riguardo la ripresa del campionato di Serie A e la possibilità di ritornare in campo senza l’ausilio del VAR, a causa della situazione d’emergenza.

AIA, le parole di Nicchi
Nicchi (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Di seguito alcune sue dichiarazioni: “Per il settore arbitrale penso ad esempio a designazioni che prevedano viaggi brevi e spero che non vengano subito impugnate da chi vuole fare polemica. Ci sono tante categorie che anche oggi sono in attività. Dai medici, veri simboli di questa pandemia, a chi lavora nei supermercati, negli uffici o nelle redazioni dei giornali. Possono tornare a farlo anche atleti e arbitri. Se adeguatamente seguiti e controllati. VAR? La società che si occupa di tutta la tecnologia ha assicurato che le stanze con le apparecchiature negli stadi saranno sanificate e si manterranno le distanze di sicurezza. Forse diminuirà il numero di persone: oggi sono sei, potrebbero essere meno, ma la Var ci sarà”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy