Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Iacoboni: “Napoli unico club in Italia a rispettare il FPF. Mica come la Juve!”

(Getty Images)

Le dichiarazioni di Iacopo Iacoboni lasciano pochi dubbi al riguardo: il Napoli è tra le poche a rispettare il fair play finanziario. La Juventus invece dopo il caso plusvalenze rischia.

Francesco Casillo

Jacopo Iacoboni giornalista de "La Stampa" è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Il giornalista napoletano ha commentato la preoccupante situazione legata al fair play finanziario del calcio moderno. A margine del suo intervento Iacoboni non ha risparmiato un attacco nei confronti della Juventus elogiando invece l'ottimo operato del Napoli.

Iacoboni: "Il Napoli è l'unica squadra in Italia a rispettare il Fair play finanziario, mica come la Juventus..."

De Laurentiis e Agnelli

Di seguito le dichiarazioni del giornalista partenopeo

Sul Fair play finanziario

"Mi chiedo ancora oggi perchè il Napoli è tra le poche squadre a rispettarlo. Chelsea e Psg, ad esempio, non lo hanno mai rispettato".

Sulla Juventus

"Agnelli? Bisogna chiedersi perché non sono entrati tanti oligarchi nel calcio italiano, credo che sia anche per una questione di regimi fiscali che ci sono nel Regno Unito ed anche in Francia. Soltanto la Juventus ha potuto fare due grossi aumenti di capitale in 4 anni? È giusto? C'è un problema di regole".

Sul Napoli 

"Il Napoli è una delle pochissime società che ha rispettato il fair play finanziario. Ma a Napoli, l'unica chance di stare in piedi è quella che ha posto in essere De Laurentiis, stare in piedi dal punto di vista finanziario: un indebitamento avrebbe fatto in modo che il palazzo lo avesse fatto subito crollare. É un miracolo che il nostro Napoli con le risorse misurate del suo presidente sia ancora lì da anni a giocarsela in posizioni quest'anno eccezionali ma tranne gli ultimi due anni sempre di vertice".

Sul caso plusvalenze

"Plusvalenze? Scopriamo l'acqua calda. Forse, si troverà una soluzione di patteggiamento e multa. Ma, se vuoi veramente cambiare il mondo del calcio, allora devi fare qualcosa di diverso. Il sistema dovrebbe avere la forza di auto riformarsi e, altrimenti andiamo a caccia di volta in volta del problema del momento, in questo caso la Juve".

Sugli investitori stranieri nel calcio italiano

"Il calcio italiano mi sembra ancora molto fisso nei suoi affetti stabili del potere. Milan ed Inter sono dei casi un po' strani, c'era stato un momento nel quale non ricarica amico di Berlusconi voleva comprarsi il Milan poi è arrivata Elliot. I cinesi dell'Inter sono investitori molto particolari invece".