Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Moncalvo: “Moggi ha ragione, furono gli Elkann a volere la Juventus in B”

Moncalvo: “Moggi ha ragione, furono gli Elkann a volere la Juventus in B”

In difesa dell'ex dirigente juventino, Luciano Moggi, arrivano le parole di Gigi Moncalvo: "Non ci fu alcuna volontà di difendersi nell’estate del 2006"

Francesco Casillo

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Gigi Moncalvo. Il giornalista ha detto la sua in merito alle critiche fatte da Luciano Moggi sulla gestione della Juventus.

Moncalvo: "La Juventus fu mandata in B per colpa degli Elkann, Moggi lo sa e per questo li attacca"

 (FC/Juventus FC via Getty Images)

Ecco le dichiarazioni del giornalista piemontese:

Su Calciopoli

"Calciopoli? A volere la Juve in Serie B furono John Elkann e Luca Cordero di Montezemolo, il quale spinse la dirigenza bianconera a ritirare il ricorso al TAR. A differenza di ciò che fecero Berlusconi con il Milan e Della Valle con la Fiorentina, non ci fu alcuna volontà di difendersi nell’estate del 2006".

Su Chiellini 

"Le dichiarazioni di Chiellini sulla Superlega? Evidentemente il capitano della Juve e della Nazionale spera di poter guadagnare punti agli occhi di Agnelli, in modo da trovare posto nella dirigenza bianconera quando deciderà di ritirarsi”.

Sulle parole di Luciano Moggi

"Le parole di Moggi sulla gestione della Juventus? Dire che l’avvocato Gianni Agnelli si rivolterebbe nella tomba per come il nipote Andrea sta guidando la Juve testimonia il distacco tra l’attuale presidente e l’ex DG della Vecchia Signora. Moggi è sempre stato il consigliere di Andrea, fu lui nell’estate 2014 a spingere il presidente a risolvere il contratto con Conte e ingaggiare Allegri. Accortosi che Andrea non ha più ascoltato i suoi consigli, Moggi si è irrigidito e ha preso le distanze".