Marelli spegne le polemiche: “L’audio VAR-Orsato non può esistere. Nessun mistero, vi spiego”

Marelli spegne le polemiche: “L’audio VAR-Orsato non può esistere. Nessun mistero, vi spiego”

di Mattia Fele
Marelli

Luca Marelli, ex arbitro, sul suo blog personale ha commentato l’indiscrezione trapelata questa mattina, riguardo all’audio mancante che avrebbe dovuto riportare il dialogo tra Orsato e il VAR. La partita in questione la ricorderanno bene i tifosi napoletani: Inter-Juventus della primavera 2018. In quell’occasione, l’arbitro Orsato commise l’errore di non espellere il Bosniaco Miralem Pjanic, già ammonito ed autore di un brutto fallo a metà campo. Il VAR, come sappiamo, da protocollo può intervenire su falli del genere soltanto per trasformare una sanzione di cartellino giallo in cartellino rosso. Se la sanzione non c’è, il VAR non ha motivo di richiamare Orsato, precisa quindi Marelli, che in generale tiene a ricordare che il VAR creerebbe ancor più confusione se potesse intervenire anche per sollecitare le “seconde ammonizioni”.

 

 

Le parole di Marelli

“Il VAR non poteva intervenire sul fallo di Pjanic, perché si trattava di un episodio da ammonizione. Anzi, se avesse interpellato Orsato avrebbe commesso un errore di protocollo madornale. Orsato quella sera arbitrò malissimo, è vero, e quell’ammonizione resta il suo più grande errore (assieme ad un rigore in Roma-Lazio assegnato nonostante una clamorosa simulazione del giallorosso Strootman). Però non c’è nessun mistero, c’è un protocollo che ormai tutti noi dovremmo conoscere. Quel dialogo non poteva e non può esistere” 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy