Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Maradona, che errori nella nuova serie tv targata Amazon Prime!

Maradona, che errori nella nuova serie tv targata Amazon Prime!

La nuova serie dedicata a Maradona è piena di controsensi ed errori, scopriamo insieme quali

Francesco Casillo

La serie tv "Maradona sueno bandito" scambia partite e confonde giocatori: errori imperdonabili per tutti gli appassionati, scopriamo insieme quali

Maradona: le critiche alla serie tv piovono anche dai social!

 

 

Molti film e docuserie hanno provato a raccontare la vita del campione argentino, ultima in ordine di tempo la produzione targata Amazon Prime Video, "Maradona sueno bandito". C'era molta attesa per questa produzione girata in varie nazioni, tra cui la nostra e, particolarmente, Napoli, dove Diego ha vissuto i suoi anni forse più importanti della sua carriera. Ma l'esito di tale produzione ha lasciato molti dubbi e perplessità soprattutto tra chi ha vissuto gli anni del Pibe de Oro. La produzione ha commesso degli errori inspiegabili, impossibili da comprendere e che lasciano gli spettatori confusi e delusi dalla ricostruzione. Equivocare il match del gol impossibile di Diego su punizione contro la Juventus è inaccettabile. Viene scambiata difatti la partita sotto il diluvio del san Paolo con l'importante vittoria dell'anno seguente a Torino per tre ad uno. Sorprende come non sia stata eseguita una ricerca su di un almanacco o su un semplicissimo motore di ricerca, per evitare l'errore. Ma gli errori continuano. Vengono confusi Bruscolotti e Carnevale in un breve spezzone dove si riconosce in maniera inevitabile l'attaccante napoletano che festeggia un goal, confuso inspiegabilmente con "Palo 'e fierro" Giuseppe Bruscolotti.

-LE PAROLE DI RENICA SUGLI ERRORI COMMESSI-

La polemica poi impazza sui social anche grazie alle parole diAlessandro Renica, ex compagno di Diego, che sui suoi profili sociale scrive: "La serie è piena zeppa di errori, hanno fatto diventare Bruscolotti un bomber e il gol del secolo è stato fatto al Delle Alpi, secondo loro...Inoltre fanno credere che Diego saltasse in quegli anni (i primi a Napoli) gli allenamenti, cosa non vera, per far vita notturna...se tanto mi dà tanto sta diventando una schifezza questa serie...e a questo punto è forse tutto da mettere in dubbio". 

-LA LOTTA SOCIALE DI DIEGO- 

C'è da dire però come la serie sottolinei quella che per Diego è stata la sua battaglia più grande: il razzismo contro il meridione negli anni 80 e di tutti gli insulti che Diego ed i suoi compagni subivano in ogni campo del Nord Italia, di domenica in domenica.