Lecce, il medico sociale: “Noi siamo pronti ad affrontare il rischio”

Lecce, il medico sociale: “Noi siamo pronti ad affrontare il rischio”

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Lecce, le parole del medico sociale

Intervenuto ai microfoni di Radio Marte il dottor Giuseppe Congedo ha fatto il punto della situazione. Il medico sociale del Lecce ha parlato della possibilità di ripresa per la Serie A. Tutto correlato al protocollo medico stilato dal comitato tecnico scientifico e che li coinvolge in prima persona.

CLICCA QUI PER LA PROPOSTA DELLA SERIE A

Lecce, le parole del medico sociale

Lecce, le parole del medico sociale

Responsabilità sul medico sociale? Noi come medici siamo pronti ad affrontare il rischio, finora abbiamo cercato in tutti i modi di procrastinare questo avvio, non è un bel momento a livello generale. Di fronte a tutte queste decisioni però bisogna anche prendersi le proprie responsabilità. Se rispettiamo il protocollo il rischio è molto basso, ed è un rischio che dobbiamo anche accettare, se dobbiamo giocare non ci sono alternative. Com’è messo il Lecce con il rispetto del protocollo? Ci siamo già organizzati, abbiamo già fatto una settimana fa i test sierologici rapidi e li ripeteremo 72 ore prima di tornare in ritiro. Anche per i tamponi siamo organizzati. Ci sono ancora dei punti interrogativi, non è tutto così semplice e scorrevole, ma adeguarsi e prendersi delle responsabilità fa parte del gioco. Noi siamo disponibili pur sapendo di tutti i rischi che si corrono, lo facciamo perchè il Lecce vuole raggiungere la salvezza sul campo. Allenamenti di gruppo dal 18 maggio? All’inizio saranno sempre allenamenti con i calciatori divisi in gruppi, anche le sessioni tecniche. Man mano, dopo una settimana, si potrà provare poi gradualmente tornare al tradizionale tipo di allenamento. Man mano proveremo a ridurre sempre più le distanze”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy