Fiorentina, Commisso: “Spero che il Governo ci faccia giocare”

Fiorentina, Commisso: “Spero che il Governo ci faccia giocare”

di Alessandro Silvano Davidde, @ASDavidde

Rocco Commisso, presidente e proprietario della Fiorentina, è intervenuto ai microfoni di Rai Sport in merito al Coronavirus e alla possibilità di ripartire. Di seguito le sue parole.

Fiorentina, Commisso: “Speriamo che il Governo ci lasci giocare”

 

De Paola su Commisso
Commisso (Getty Images)

 

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

 

I nostri giocatori positivi non sapevano di essere malati, perché erano asintomatici. Speriamo che alla fine della prossima settimana tutti possano tornare ad allenarsi. Al primo posto ci deve essere la salute, ma la nostra volontà è di giocare così come i giocatori che sono stati due mesi chiusi in casa. Loro hanno una grande voglia di giocare a pallone. Nessuno sa quello che succederà fra un mese: non so se ci saranno nuovi casi positivi. Il governo speriamo ci lasci giocare facendo un passo in avanti.

 

Sullo stadio

 

 

CLICCA QUI PER SAPERE TUTTO SUL NAPOLI

 

Il presidente della Fiorentina si è soffermato anche sulla possibilità di un nuovo stadio e sulle difficoltà che sta riscontrando: “Non capisco perché in Italia non si convincono che non si può sopravvivere con i monumenti costruiti 50 anni fa. Uno stadio è diverso dal Colosseo e da Ponte Vecchio. Non possiamo competere con Germania, Inghilterra e Spagna con i governi che hanno aiutato a far costruire nuovi stadi. Svegliati Italia, c’e’ bisogno di costruire nuove infrastrutture”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy