Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

DAZN, la storia continua: anche l’Agcom convoca l’emittente. ll punto

Diletta Leotta (Foto Daniele Buffa / Image Sport / Insidefoto)

L'AGCOM starebbe pensando di convocare DAZN ed interloquire sui temi della qualità del servizio reso nella trasmissione della Serie A

Mattia Fele

Tiene ancora banco la discussione che riguarda la qualità dei servizi offerti da DAZN. Sia i consumatori che il Governo stanno lamentando i tanti errori che provengono dalla piattaforma, per ora nell'occhio del ciclone per le ultime novità in merito agli abbonamenti. Dal mese di dicembre, infatti, sarà impossibile accedere all'app da due dispositivi differenti se non collegati alla stessa rete. Un modo di combattere gli streaming pirata che sta facendo discutere non poco.

DAZN, non solo il Governo: anche l'AGCOM convoca l'emittente

 

Così si legge sul portale di Calcio&Finanza:

"Non soltanto il Ministero dello sviluppo economico. Ad avere intenzione di richiedere un’interlocuzione con la piattaforma di sport in streaming DAZN – spiega Il Sole 24 Ore – ci sarebbe anche l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, meglio conosciuta come Agcom. Starebbero infatti per partire le convocazioni per un tavolo tecnico sui temi della qualità, del servizio e della tutela del consumatore. E oltre alla piattaforma – sottolinea ancora il quotidiano economico-finanziario – la convocazione riguarderà anche la Lega Serie A. L’obiettivo dell’Autorità sarebbe quello di tirare fuori l’ente calcistico dal suo ruolo “passivo” e chiamare la Serie A ad una presa di responsabilità, visto che ad attribuire i diritti a DAZN  è stata proprio l’assemblea dei presidenti del club".