Brescia, Cellino: “Una vergogna aspettare la Merkel per la ripresa del campionato”

Brescia, Cellino: “Una vergogna aspettare la Merkel per la ripresa del campionato”

di Maria Ferriero, @m_ferriero
Brescia, Cellino risponde alla Merkel

Intervenuto ai microfoni di Teletutto, Massimo Cellino, presidente del Brescia ha parlato del possibile ritorno in campo. L’uomo ha commentato il ruolo della Merkel nella scelta del calcio di tutto il mondo. Il patron della squadra lombarda è risultato positivo al tampone per il Coronavirus. Ora attende solo l’esito del secondo test per accertare l’effettiva guarigione.

SERIE A – CLICCA QUI PER LE ULTIME SULLA POSSIBILE RIPRESA

Cellino sulla Merkel

Cellino Coronavirus, le parole su Tonali
 

“Non mi interessa più se si torni a giocare o menoma facciano pure quello che vogliono. La cosa importante è che smettano di strumentalizzare le mie dichiarazioni: sono stato chiaro. Aspettiamo la Merkel? È una vergogna. Abbiamo un presidente di Lega, uno della Federazione, uno del Coni e dobbiamo aspettare gli altri? L’Italia deve prendere una decisione in autonomia o siamo senza dignità. E che decidano alla svelta perché io non accetto più questo continuo rimandare. Qui nessuno molla perché questo calcio pieno di debiti ha già speso dei soldi che non sono ancora incassati. Questo non è più il mio calcio, questo è un calcio senza futuro. Oggi fare il presidente in Italia è diventato impossibile. Non posso più accettare di essere ancora ai tempi della Gea: è come sedersi a un tavolo a giocare a carte con il tuo avversario che nasconde nella manica le carte buone e usa soldi falsi”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy