Calcio Napoli 1926
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a

Amazon da non credere: “Juventus? L’abbiamo scelta perché racconta l’intero Paese”

TURIN, ITALY - NOVEMBER 06: Juan Cuadrado celebrates with Paulo Dybala and Daniele Rugani of Juventus after scoring their team's first goal during the Serie A match between Juventus FC and ACF Fiorentina at Allianz Stadium on November 06, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Chris Ricco/Getty Images)

Secondo Nicole Morganti, esponente importante degli Amazon Studios, la Juventus "racconta l'intero Paese". A questo punto si spera che il suo parere non racconti l'intero colosso Amazon

Mattia Fele

Nicole Morganti, Head of Italian Originals Amazon Studios, ha presentato in conferenza stampa la docu-serie ‘All or Nothing: Juventus’. Il programma racconterà della stagione di Andrea Pirlo, ingiustamente esonerato dalla società dopo una stagione con due trofei: un tentativo di cambio di DNA completamente fallito. Eppure, la serie tv - secondo Morganti - si incentrerà proprio sullo stile Juventus, assunto a rappresentanza dello stile italiano senza alcuna ragione. Se è così che ci vedono, si spiegano tante cose.

Amazon: "Abbiamo scelto la Juventus perché rappresenta l'Italia..."

 (Getty Images)

 

Questo un estratto dell'intervento di Morganti: 

“Volevamo la Juventus per la docu-serie All or Nothing perché non è solo squadra di una città, per noi racconta l’intero paese. Volevamo raccontare una squadra che riesce a rappresentare tutta l’Italia dal nord al sud, che è parte delle eccellenze italiane perché è riconosciuta in tutto il mondo. È un prodotto locale con appeal internazionale enorme. Per noi Juventus voleva dire anche un certo modo di lifestyle, che va anche oltre ai fan dello sport. Juventus è un brand che per Amazon vuol dire essere locali, internazionali e transgenerazionali”.

Scegliere la Juventus è tutt’altro che scelta scontata, è una enorme sfida: abbiamo parlato a marzo 2019, in ballo c’era la nostra richiesta di mettersi in gioco e cercare, giorno dopo giorno, di guadagnare la loro fiducia. In questo senso siamo stati chiari fin dall’inizio, abbiamo voluto chiarire che non volevamo fare qualcosa di già visto. È una squadra che ha una immagine anche di grande eleganza, ma noi volevamo raccontare anche la pancia, il cuore della società. È uno show che si sa come è andato a finire, è un modo per i tifosi per poter veramente vedere cosa è successo nella scorsa stagione. Le diverse letture permettono anche a chi non è tifoso della Juventus di scoprire qualcosa. Raccontiamo personaggi che saranno nella storia del calcio italiano, come Chiellini e Bonucci, non solo nella storia della Juventus”.