Nicchi duro: “Non si può pensare che si applichino le regole in base al colore della maglia”

di Alessandro Silvano Davidde, @ASDavidde

Marcello Nicchi, presidente dell’Associazione Italiana Arbitri, ha parlato ai microfoni di Radio 1 Rai nella trasmissione Radio Sport Anch’io. Il presidente ha parlato anche dell’episodio di de Ligt in Juventus-Bologna.

Nicchi sicuro: “L’episodio di de Ligt non è sanzionabile col rigore”

 

“Gli arbitri stanno lavorando bene, applicando regolamenti che non piacciono a tanta gente e che anche a noi entusiasmano. Mi delude vedere questi continui atteggiamenti di protesta nei confronti degli arbitri: alle riunioni tra allenatori e arbitri di Coverciano sono tutti tranquilli e sereni. Mi viene il dubbio che poi quando tornino nelle rispettive squadre non parlino di quanto si è discusso. Molti non conoscono proprio il regolamento. Quello di De Ligt non è mai rigore e non si può pensare che si applichino le regole in base al colore della maglia. Chi pensa ciò allora non vada più allo stadio. Quando la palla sbatte sul braccio di un giocatore, anche scomposto, ma viene fatta prima una giocata (in questo caso la palla va prima sul tallone), allora non è rigore. Mai

 

Poi il presidente ha parlato anche di alcuni episodi in Lazio-Atalanta, in particolar modo i due episodi da rigore dei biancocelesti: “Sono due rigori sacrosanti, lo dice il regolamento. Non possiamo sindacare sull’intensità dell’intervento. Il calcio di rigore è stato dato e rivisto, le sanzioni devono essere accettate e gli allenatori ci devono dare una mano. Non ha senso fare tutte queste polemiche”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy