Il napoletano Ciccio Lodi ancora a segno su punizione in Serie D: “Sono cresciuto con i filmati di Maradona…”

di Mattia Fele, @FeleMattia

Ciccio Lodi è stato grande protagonista della sfida del Messina contro il Dattilo. Una tripletta per l’ex centrocampista napoletano di Catania e Frosinone, che ha deciso di ripartire dalla Serie D, campionato in cui riesce ancora a fare la differenza con la sua grande tecnica in campo. L‘FC Messina, infatti, ha vinto per 4-2 ed è saldo al secondo posto in classifica (la capolista è sempre una squadra di Messina, l’ACR Messina). Dimostrazione che la classe non invecchia.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL CALCIO NAPOLI

Lodi, la classe non invecchia. Il centrocampista si presenta con una tripletta!

(Getty Images)

Qui alcune delle parole di Francesco Lodi a gianlucadimarzio.com:

“Si tratta della mia prima tripletta in carriera! Il goal in questa categoria mi mancava, è stato il mio esordio. Sono contento soprattutto del risultato finale. Mi mancava il gol in questa categoria, è la prima volta che ci gioco. Mercoledì è andata bene, soprattutto per il risultato finale. Si tratta di un campionato duro, e devo dire che questa società ha fatto investimenti importanti. Il primo giorno che sono arrivato ho visto un’organizzazione da veri professionisti, altro che Serie D. 

Sul suo futuro: “Fin quando mi sentirò bene andrò avanti, ma poi smetterò. In futuro mi piacerebbe fare il direttore sportivo, oltre che a concentrarmi sulla scuola calcio che ho a Catania. Mi piace seguire il calcio e i calciatori, quindi mi piace osservare e stare a contatto con le squadre. Spero che possa accadere questo nel mio futuro.

Sui calci di punizione:Mi sono sempre ispirato a Diego, sono cresciuto guardando i suoi filmati in DVD.Sono cresciuto guardando i suoi dvd. Essendo mancino mi sono sempre esercitato a tirare le punizioni come lui. In allenamento ho sempre dedicato tempo a questo, anche perché il talento non basta. Serve dedizione, va coltivato”. 

SEGUICI ANCHE SU TWITTER CLICCANDO QUI

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy